5 idee per un pasto fuori casa
#prevenireèvivere

2 0
5 idee per un pasto fuori casa

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Pasta di lenticchie rosse con pesto di pomodori secchi, mandorle e pecorino
140 g Pasta di lenticchie rosse Maccheroni, penne, fusilli...
10 Pomodori secchi
50 g Pecorino grattugiato
30 g Mandorle con la buccia
4 cucchiai Olio extra vergine di oliva
q.b. Origano
1 pugno Sale grosso
Per la farcitura
Insalata nizzarda:
200 g Fagiolini
2 Patate
8 Ravanelli
metà Peperone rosso
8 Pomodorini
1/4 Cipolla rossa
1 pugno Sale grosso
2 Uova
120 g Tonno sgocciolato o al naturale
6 Filetti di acciuga sott'olio
8 Frutti del cappero oppure capperi
q.b. Olio extra vergine di oliva
q.b. Sale
Polpettone di tacchino e ricotta:
800 g Polpa di tacchino tritata
700 g Ricotta vaccina
70 g Grana grattugiato
2 Uova
50 g Pangrattato circa
1 ciuffo Prezzemolo
3 rametti Rosmarino
200 g Speck affettato
q.b. Sale - pepe - olio extravergine
100 g Fagiolini
4 Carote
1 Patata
Pranzo in un barattolo:
1 scatola Ceci già cotti
2 coste Cuore di sedano
6 Asparagi
12 Pomodorini
1 Avocado
mezzo Limone
100 g Miglio
1 cucchiaino Curcuma
100 g Spinacino
q.b. Semi di girasole
4 Foglie di menta
6 Foglie di basilico
q.b. Sale - pepe - olio extravergine
Panino in equilibrio:
1 o 2 in base alla grandezza Filone ai cereali
120 g Olive nere
40 g Olio extra vergine di oliva
120 g Bresaola
1 Zucchina
q.b. Sale - pepe - olio extravergine
Features:
  • Gluten free

5 idee per stare bene;)

  • 2 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Pasta di lenticchie rosse con pesto di pomodori secchi, mandorle e pecorino

  • Insalata nizzarda:

  • Polpettone di tacchino e ricotta:

  • Pranzo in un barattolo:

  • Panino in equilibrio:

Intro

Condividi

Settimana nazionale per la prevenzione oncologica.
Una settimana speciale per lottare, per allontanare, per combattere i tumori e tutte le altre forme di malattia.

LILT (lega italiana per la lotta contro i tumori) vuole sostenerla.

Si può fare, e lo strumento probabilmente più forte per fare questo è il cibo.
Il cibo viene considerato la nostra prima medicina, perfetta per rimanere longevi a lungo.
Il cibo sano ed equilibrato però può essere considerato medicina.

Sono tanto goloso e lo vedete dalle ricette che posto.
Torte farcite, chiacchiere fritte, lasagne con le polpette e il ragù napoletano, ma pure club sandwich…

Questi sono cibi meravigliosi, goderecci, perfetti per appagarci dopo giornate stancanti, ma non potranno mai essere cucinati spesso.

Il cibo che ci arricchisce di proprietà nutrizionali e benefiche è quello cucinato in modo semplice, utilizzando materie prime di qualità, tenendo conto dell’equilibrio dei nutrienti, ispirandoci possibilmente alla tanto famosa dieta mediterranea, uno stile di vita fatto di movimento, buon cibo e tanta acqua, perché non può essere assolutamente essere trascurata.

Cosa vi propongo quindi?

Lo avrete già intuito dal titolo.
5 idee sane e gustosissime, perfette per essere consumate fuori casa.

Si conservano per un tempo piuttosto consistente a temperatura ambiente, sono pratiche da mangiare e sopratutto sono semplicissime da preparare.

Vi darò degli spunti anche per organizzare i vostri pasti durante la settimana, cercando di non occupare troppo del vostro tempo in cucina, ma assaporando i vostri piatti, sapendo gli ingredienti che avete utilizzato e la qualità in essi contenuta.

Fatemi sapere quale di questi piatti vi ispira di più!

CLICCATE QUA SOTTO PER IL VIDEO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON LILT;)

(Visited 1.009 times, 23 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

LUNEDÌ - LA PASTA

Portate a bollore l’acqua della pasta e salatela.
Sbollentate per 1 minuto i pomodori e raccoglili con un mestolo forato.
Versali nel frullatore assieme al pecorino, alle mandorle, all’origano e all’olio.
Frullate il tutto e se necessario unite un goccio di acqua per ammorbidire la salsa.

Cuocete la pasta per circa i 2/3 del tempo di cottura riportato sulla confezione (normalmente le paste di legumi cuociono in un tempo molto breve).

Scolate la pasta e sciacquatela sotto l’acqua fredda per bloccare la cottura.
Conditela con il pesto.
Pronta per essere portata in ufficio;)

2
Fatto

MARTEDÌ - LA NIZZARDA

Cuociamo tutte le verdure che dovranno essere cotte!
Partiamo con i fagiolini: spuntiamoli e cuociamoli in acqua bollente salata e quando risulteranno cotti, ma ancora al dente, scoliamoli e facciamoli raffreddare immediatamente in acqua fredda. In questo modo la cottura si bloccherà e il colore rimarrà bello vivace.

Poi le patate: Peliamole e tagliamole a cubetti. Basterà cuocerle sempre nella stessa acqua fino a quando rimangono ancora consistenti. Una volta cotte scolatele e fatele raffreddare in una ciotola.

Poi i ravanelli. Tagliateli a fettine sottili. Stessa cosa per il peperone. Sempre a fettine sottilissime.

Con un coltello a sega, tagliamo i pomodorini a quarti.
Il coltello da pane darà meno pressione nel taglio.

La cipolla rossa a julienne, ma se vi da fastidio la cipolla cruda, sbollentatela in una soluzione di 300 ml di acqua e 1 cucchiaio di zucchero.

Nel frattempo sbollentate anche le uova, proprio nella stessa pentola dove avrete fatto cuocere tutte le verdure. Basteranno 10 minuti.
Una volta cotte, fatele riposare per circa 10 minuti, successivamente sgusciatele sotto un getto delicato di acqua fredda. Sarà più facile fare questo procedimento.

Assemblate l'insalata disponendo tutte le verdure in modo separato, per dare un bellissimo effetto cromatico.
Unite anche il tonno sgocciolato, al centro, le uova a fettine, le acciughe sott'olio e i frutti del cappero.
Condite sul momento con olio e poco sale.

Per l'ufficio basterà prepararsi un piccolo contenitore con dell'olio mescolato con il sale.

3
Fatto

MERCOLEDÌ - IL POLPETTONE

Impastate tutti gli ingredienti per il polpettone, ad eccezione dello speck, dell’olio e del rosmarino.
Con l’impasto ottenuto, date la forma di un polpettone e avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa 10/15 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, estraetelo dalla pellicola ed avvolgetelo con delle fettine di speck, affinché la forma rimanga piuttosto regolare durante la cottura.
Disponetelo su una placca oleata con carta forno.
Ungete leggermente la superficie con un filo d’olio, in modo tale che lo speck risulti croccante una volta cotto, e il rametto di rosmarino.

Cuocete a 200°per 1 ora.
Sfornatelo e lasciatelo riposare almeno 10 minuti.
È ottimo sia caldo che freddo

Accompagnatelo con un'insalata fatta con le verdure sbollentate e condite con olio e sale.
Basterà tranquillamente cuocerle il giorno prima quando preparerete l'insalata nizzarda;)

4
Fatto

GIOVEDÌ - IL BARATTOLO

Prendete il miglio e fatelo tostare in padella assieme a un filo di olio e alla curcuma, coprite successivamente con dell’acqua bollente pari al doppio del volume del miglio e fate cuocere per circa 18 minuti.
Salate alla fine.
Una volta cotto tenete da parte.

Pelate il sedano e tagliatelo a cubetti non troppo piccoli, altrimenti scegliete un taglio a striscioline.
Tagliate i pomodorini a metà, oppure a quarti.

Preparate la salsa mescolando l’olio con le foglie di menta tritate e foglie di basilico spezzettato con le mani.
Tagliate a fettine l’avocado, rimuovendo prima la buccia esterna e il nocciolo centrale. Spremete sopra le fettine qualche goccia di lime (o limone) per evitare che si ossidino.

Assembliamo il barattolo mettendo sul fondo i ceci e il sedano mescolati assieme al condimento di olio, erbe aromatiche e un pizzico di sale, successivamente gli asparagi a rondelle (volendo potreste cuocerli anche il martedì, si conserveranno benissimo), i pomodori, l’avocado, il miglio e infine le foglie di spinacino con qualche seme di girasole sopra.
Chiudete il barattolo e legatelo attorno con uno spago dove verrà inserita una forchettina.

5
Fatto

VENERDÌ - IL PANINO

Tagliate sottilmente le zucchine per il senso della lunghezza.
Cominciate a farle grigliare su una piastra ben calda.
Una volta cotte salatele, pepatele e conditele con un filo d'olio.

Preparate il patte, frullando semplicemente le olive con i 40 ml di olio extra vergine.

Farcite il panino con la crescenza da un lato, il patte sull'altro lato, le zucchine grigliate e le fette di bresaola.

6
Fatto

CONSIGLIO:

Sono tutte ricette perfette per essere trasportate.
Io ho utilizzato i piatti di ceramica (per fare scena), ma i vostri contenitori da asporto saranno perfetti.

Se vi siete persi qualche passaggio o semplicemente desiderate farvi anche 2 risate, io vi consiglio di vedere il video qui sopra.
Grazie per essere arrivati fin qui e provate a farla!
Rimarrete stupiti!
Un abbraccio

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
3 VERSIONI DELLE ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
successiva
Arrosto di maiale al latte
precedente
3 VERSIONI DELLE ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
successiva
Arrosto di maiale al latte