Chiacchiere di Carnevale
#tantofriabiliecroccanti

6 1
Chiacchiere di Carnevale

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per l'impasto:
500 g Farina
2 Uova
50 g Burro
2 cucchiai Zucchero
1 cucchiaino Lievito per dolci
1 Scorza di limone
circa 50 ml Vino bianco
50 ml Grappa bianca
1 pizzico Sale
1 l circa Olio di semi di arachidi
q.b. Zucchero a velo
Per farle ripiene
200 g Cioccolato fondente
150 ml Panna fresca
2 cucchiai Crema spalmabile alle nocciole (nutella)

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Cuisine:

Immancabili a carnevale;)

  • 1 ora
  • 8 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per l'impasto:

  • Per farle ripiene

Intro

Condividi

CHIACCHIERE DI CARNEVALE

Chiacchiere di carnevale, impossibile non conoscerle. Croccanti, friabili e leggere, grazie ad un segreto che vi svelerò durante la realizzazione della ricetta. Questo dolce tipico un pò di tutta Italia, il quale cambia il nome in base alle zone, è probabilmente il più apprezzato tra tutti i dolci carnevaleschi che si preparano. Cenci, chiacchiere, crostoli o grostoli, come li chiamo dalle mie parti.

L’impasto è molto simile a quello della pasta all’uovo, anche per la consistenza e per la lavorazione, infatti risulta compatto e liscio e si stende con estrema facilità grazie alla sfogliatrice o più simpaticamente chiamata “Nonna Papera”. Ed è appunto questo il segreto, perché per ottenere delle chiacchiere di carnevale leggere e fragranti è importante stendere la pasta molto sottilmente per avere un risultato delizioso e praticamente sfogliato. Poi importantissimi gli aromi che si vanno ad aggiungere. Meglio sempre aggiungere una nota di scorza di agrume per dare un tocco di freschezza, ma ideale pure la vaniglia e la grappa o il rum, che grazie all’alcol presente aiuteranno ad avere un fritto migliore.

PIÙ NEL DETTAGLIO…

Chiacchiere di carnevale, grostoli, bugie… Chiamateli come volete, tanto ci siamo capiti;)
Sono fritte, friabili, croccanti e asciutte e sono perfette in tutti i momenti delle giornate che anticipano il carnevale.

L’impasto delle chiacchiere di carnevale è molto semplice. Quasi una pasta all’uovo, con meno uova però, un po’ di vino bianco, zucchero, scorza di limone e un goccio di grappa, che dalle mie parti non può mancare, ma anche l’anice per esempio andrà benissimo;)

La versione classica delle chiacchiere era d’obbligo, ma siccome carnevale arriva solamente una volta all’anno, ho raddoppiato la golosità, pensando di farli addirittura ripieni. Con che cosa? Io ho preparato una semplice ganache al cioccolato, ma la crema pasticciera è un’altra opzione, oppure una crema di ricotta, magari profumata al pistacchio, per darvi un’idea ahahaha….

Qui trovi un’altra ricetta ideale per Carnevale

CLICCATE QUA SOTTO PER LA VIDEORICETTA;)

(Visited 5.974 times, 2 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

L'impasto...

Versate nel frullatore tutti gli ingredienti, tranne la farina, il lievito e il vino bianco.
Frullate per alcuni secondi fino ad ottenere un composto piuttosto amalgamato.

Unite la farina assieme al lievito ed azionate nuovamente il mixer, unendo il vino bianco fino ad ottenere un composto molto simile a quello della pasta all'uovo.

2
Fatto

Il riposo in frigo...

Impastate a mano fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo (nella videoricetta si vede la tecnica che uso io durante l'impastamento).

Coprite l'impasto con la pellicola e lasciate riposare l'impasto in frigorifero per circa 20 minuti

3
Fatto

Formiamo le chiacchiere di carnevale...

Tagliamo la pasta a pezzi e otteniamo delle sfoglie piuttosto sottili (come se dovessimo fare le tagliatelle) con la sfogliatrice elettrica o manuale, oppure con il matterello (ci vorrà un po' di pazienza, ma mi raccomando, che sia sottile)

Ottenete con la rotella tagliapasta dei rettangoli che verranno poi incisi al centro.

4
Fatto

La cottura...

Scaldiamo l'olio circa a 170°. Se avete il termometro meglio per voi, altrimenti immergete uno stuzzicanti. Quando vedete che si formano delle piccole bollicine significa che l'olio è pronto,
altrimenti fate la prova con un pezzo di impasto.

Cuocete le chiacchiere/grostoli/bugie su entrambi i lati, senza scurirli troppo.

Asciugatele su un foglio di carta assorbente e cospargetele di zucchero a velo non appena si sono intiepidite.

5
Fatto

Per farle ripiene...

Io ho deciso di farcire le chiacchiere con una ganache, ma potreste optare per un'altra farcitura, come la crema pasticciera, una crema di ricotta o quello che più preferite.

Per la ganache ho scaldato la panna sul fuoco fino a farle sfiorare il punto di ebollizione.
Ho aggiunto il cioccolato a pezzetti e, a fuoco spento ho mescolato bene.
Dopo aver ottenuto una crema ho aggiunto anche la nutella (facoltativo) e ho trasferito il composto in frigorifero a raffreddare molto bene.
Stendete l'impasto sempre sottilmente ma poi disponete la ganache fredda a mucchietti, come se doveste fare dei ravioli.
Spennellate dell'acqua attorno al ripieno e poi ricoprite con la pasta per formare proprio dei quadrati ripieni.

È importantissimo che la pasta sia sigillata a dovere, perché se si dovessero aprire il ripieno si brucerebbe a contatto con l'olio e sarebbe un vero peccato.

Friggete anche questi ravioli per circa 1 minuti, cercando di essere il più delicati possibile durante la cottura.

Scolateli e disponeteli sulla carta assorbente.
In questo caso potreste anche non spolverizzarli con lo zucchero a velo.

6
Fatto

CONSIGLI:

Questa preparazione classica delle chiacchiere di carnevale, ci permette di conservarle addirittura per circa 10 giorni a temperatura ambiente, ma in un luogo asciutto.

La versione ripiena invece è perfetta per essere consumata entro 3/4 giorni, conservandola magari in frigorifero.
La ganache si rapprenderà, ma in bocca avrete un'irresistibile scioglievolezza #lindor ahahaha

Sono perfetti per accompagnare le feste di carnevale e per essere regalati.

Ricordatevi di stenderli sottili, sarà il segreto per avere una soddisfazione enorme non solo nella preparazione ma anche nell'assaggio;)

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio!

Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
Polpette al sugo
successiva
Strauben
precedente
Polpette al sugo
successiva
Strauben