CROSTATA DI FRAGOLE CON CREMA PASTICCERA
#primaverile

CROSTATA DI FRAGOLE CON CREMA PASTICCERA

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per la frolla:
240 g Farina
60 g Farina di mandorle basterà grattugiare molto finemente 60 g di mandorle
180 g Burro freddo
100 g Zucchero
1 Uovo
1 cucchiaino Lievito per dolci
1 pizzico Sale
Per la crema:
600 ml Latte
5 Tuorli
150 g Zucchero
80 g Amido di mais Maizena
1 Scorza di limone di 2 limoni se piccoli
Sale
Per completare:
600 g circa Fragole fresche
Mezza busta Preparato per gelatina Tortagel
1 cucchiaio colmo Zucchero
150 ml Acqua
facoltative Foglie di Menta
Features:
  • Gluten free

Croccante, vellutata, morbida e succosa...

  • 1 ora e 30 minuti
  • 8 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per la frolla:

  • Per la crema:

  • Per completare:

Intro

Condividi

CROSTATA DI FRAGOLE CON CREMA PASTICCERA

La crostata di fragole con crema pasticcera è un dolce classico della pasticceria italiana, ricco di consistenze (croccantezza, cremosità e morbidezza) e profumi e sapori deliziosi.

L’INDECISIONE E POI VAI SUL CLASSICO

L’anno scorso avevo proposto la Torta di Rose, un bouquet commestibile, soffice e leggero come una nuvola, farcito con una crema di burro alle mandorle e confettura all’albicocca. Quest’anno per la Festa della Mamma mi sono trovato indeciso su due scelte anche se l’ingrediente che volevo utilizzare per preparare il dolce era assolutamente la fragola, il frutto di maggio, e in questo periodo dato che siamo nel pieno della sua stagione è gustosa, succosa e costa relativamente poco.

Ho pensato allora di fare un sondaggio su Instagram tra due proposte: una crostata con crema pasticcera e fragole fresche e un impasto soffice tipo Pan di Spagna con panna e fragole. Come potrete intuire ha vinto la crostata ma me lo aspettavo anche in realtà. Chi non ama la frolla, chi non ama la crema pasticcera, chi non ama quel contrasto di consistenze che trovate in una torta così. La friabilità della frolla combinata alla cremosità della pasticcera e il profumo delle fragole ti conquista al primo morso e ti viene subito voglia di mangiare un altro morso per poi passare direttamente a un’altra fetta. Almeno a succede così.

LA RICETTA

La crostata di fragole è un dolce tradizionalissimo della pasticceria italiana. Non è complicato ma bisogna trovare il giusto equilibrio tra le varie basi e soprattutto bisogna avere sotto mano ricette perfette. Una pasta frolla friabile ma non secca, una crema pasticcera consistente e cremosa allo stesso tempo, quindi che rimanga sostenuta al taglio ma che non risulti troppo compatta e delle fragole profumatissime, e se le scegliete di acquistare a maggio andrete sul sicuro.

CLICCA QUA SOTTO PER LA VIDEO RICETTA;)

(Visited 3.535 times, 2 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Prima la frolla...

In una ciotola sfregate il burro a cubetti, che dev'essere freddo di frigorifero, con tutti gli ingredienti della frolla ad eccezione delle uova. Una volta ottenuta una sabbia fine ed omogenea aggiungete anche l'uovo e terminate di amalgamare con le mani. Dovrete ottenere un composto omogeneo.
Mi raccomando: non lavorate troppo la frolla perché la potreste surriscaldare e pure elastica e quindi poco friabile e che non tiene la forma.
Avvolgetela nella pellicola e conservatela in frigorifero per almeno 40 minuti...

2
Fatto

Ora la crema...

Semplicissima: scaldiamo il latte in un pentolino.
Nel frattempo mescola in una ciotola i tuorli d'uovo, lo zucchero, la scorza di limone, l'amido di mais e un pizzico di sale, che esalta il sapore della crema
Una volta che il latte avrà sfiorato il bollore versatelo nella ciotola contenente il composto di uova e cominciate a mescolare con una frusta per amalgamare il tutto.

Ora riversate il tutto nel pentolino che avete utilizzato per scaldare il latte e la panna e fate addensare a fuoco dolce, sempre continuando a mescolare con una frusta per non far attaccare la crema sul fondo.
Fatela bollire quel minutino per essere accertati di aver fatto cuocere completamente l'amido.

Fatela raffreddare in una pirofila, coprendola a contatto con la pellicola alimentare per evitare che si formi quella fastidiosa pellicina dura che impedirebbe alla crema di rimanere vellutata e liscia.
Ovviamente poi lasciatela riposare in frigo fino a completo raffreddamento.

3
Fatto

Vai con la cottura...

Prendiamo la frolla dal frigorifero e stendiamola fino ad arrivare a uno spessore di mezzo centimetro scarso. Nel caso fosse necessario aiutatevi a stenderla con un po' di farina.
Arrotolatela ora con l'aiuto del matterello e foderate una tortiera da crostata, magari con fondo rimovibile, del diametro di 28 cm circa, imburrata.

Ora pressate bene verso i bordi in modo da fare un lavoro preciso, rimuovete l'eccesso dai bordi e bucherellate la frolla per evitare che si gonfi. E perché allora ho messo il lievito se non voglio che si gonfi? Perché in realtà io non voglio che si formino delle bolle disomogenee ma allo stesso desidero avere una frolla "areata" e non impaccata. Quando la assaggerete capirete cosa intendo.

Ricaviamo un cerchio con la carta forno del diametro più grande della tortiera che abbiamo usato, disponiamolo sopra di questa e copriamo con tanti ceci secchi, anche se andranno bene pure altri legumi, il riso o dei pesi da pasticceria.

Cuocete in forno a 180° modalità statica per circa 25-30 minuti, poi rimuovete con delicatezza la carta forno con sopra i ceci e terminate la cottura per altri 10 minuti circa, fino a quando la base risulti leggermente dorata.

Sforniamo la crostata, lasciate raffreddare completamente e poi toglietela dallo stampo e adagiamola con TANTA delicatezza su un piatto da portata.

4
Fatto

Terminiamo...

Nel guscio di frolla spalmiamo tutta la crema che abbiamo preparato e successivamente spargiamo in modo disordinato ma con una certa logica le fragole che avremo tagliato in quarti o in ottavi in base alla grandezza.

Completiamo con un velo di gelatina che avremo fatto semplicemente versando mezza busta di preparato in un pentolino assieme al cucchiaio di zucchero e all'acqua. Basterà a bollore e quando il composto risulterà trasparente sarà pronto.

Guarnite con delle piccole foglioline di menta.

5
Fatto

CONSIGLI:

Se sapete che il vostro frullatore non sarebbe in grado di frullare finemente le mandorle acquistate la farina di mandorle al supermercato e se non la trovate sostituitela con l’amido di mais o Maizena).

Volendo la frolla la potreste aromatizzare ma forse è meglio lasciarle un sapore più delicato, che profuma di mandorla appena accennata, dato che comunque si sentirà il sapore agrumato della crema e dolce delle fragole.

Se non avete la teglia da crostata non preoccupatevi: prendete uno stampo ad anello da 26 cm, imburratelo e foderatelo con la carta forno, adagiatevi il disco di pasta frolla all'interno, formate un bordo preciso (dovrà essere alto circa la metà dell'anello) con l'aiuto di una rotella o di un coltellino e procedete allo stesso modo usato per la tortiera da crostata.

Se non vi piace la gelatina potreste sostituirla con uno sciroppo d'acqua e zucchero e quindi spennellare le fragole con questa soluzione, non mettere niente oppure prendere un po' di confettura di fragole o di albicocche, stemperarla con poca acqua e spennellare la frutta con questo composto.

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
LEGUMI: 3 RICETTE SUPER
successiva
RISOTTO ALLE ORTICHE E FORMAGGIO DI MALGA
precedente
LEGUMI: 3 RICETTE SUPER
successiva
RISOTTO ALLE ORTICHE E FORMAGGIO DI MALGA