POLENTA PASTICCIATA
#saporedimontagna

POLENTA PASTICCIATA

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per la polenta:
400 g Farina di mais
2 l Acqua
1 cucchiaio Sale
Per il ragù:
800 g Carne macinata mista bovino/suino:
1 Salsiccia
1 Carota
1 Sedano
1 Cipolla
1 cucchiaio colmo Concentrato di pomodoro
400 g Passata di pomodoro oppure polpa
circa 800 ml Acqua o brodo vegetale
1 bicchiere Vino rosso
6 cucchiai Olio extra vergine di oliva
30 g Burro
3 foglie Salvia
1 rametto Rosmarino
1 foglia Alloro
q.b. Sale, pepe, noce moscata
Per la besciamella:
1,2 l Latte
80 g Farina
60 g Burro
q.b. Sale, pepe, noce moscata
Inoltre:
5 cubetti Burro
120 g Grana grattugiato

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Gluten free

La domenica avrà tutto un altro sapore

  • 3 ore
  • 6 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per la polenta:

  • Per il ragù:

  • Inoltre:

Intro

Condividi

Polenta pasticciata: la polenta fatta così è spaziale.

La polenta pasticciata è una polenta stratificata e gratinata che vuole assomigliare alla lasagna/ alle lasagne alla bolognese, ma questa è pure senza glutine. È una ricetta facile e veloce, ideale da mangiare quando non fa ancora molto caldo perché è puramente invernale, ma non si offenderà se la si prepara in primavera o autunno. È assolutamente da fare la domenica o nei giorni di festa, anche perché con la sua crosticina croccante e il suo sapore conquisterà anche i palati più esigenti.

Sorpresa: un programma tv…

Dopo giorni e mesi di stop forzato da YouTube e dal blog eccomi tornato, ma raga: sono stato via per una cosa bella. Ho ricevuto a settembre una proposta da parte di Food Network (canale 33) per fare un programma tv che presentava la cucina di montagna. E lo volevano fare in un modo molto particolare, portando l’aria dei social in tv. È stata quindi una sfida una sfida doppia oserei dire perchè oltre che a condurre mi sono pure auto registrato. Ma è stata una bella sfida e sono troppo contento di averla fatta. Naturalmente poi ho avuto molti sostegni, tra cui Tania Guarnieri, una mia grande amica che è stata la creatrice della sigla e si è occupata di tutto il montaggio.

Il programma si chiamerà “Sapore di Montagna” e andrà in onda tutte le domeniche a partire da domani (26 febbraio) alle ore 13:00. Quindi direi orario super comodo, mentre mangiate magari questa polenta pasticciata che vi propongo qui, in estremo relax domenicale. Le puntate saranno 6, con ovviamente la cucina di montagna che prevale, anche se molte ricetta saranno più estrose e dinamiche, quindi ci sarà un bel mix tra cucina tradizionale e cucina “giovane”. La location non sarà la cucina di casa mia che ormai da tempo siete abituati a vedere. Ho voluto spostarmi allo Chalet “Stavel” (Vermiglio di Trento) di questa mia cara amica. Così potete respirare novità anche nel contesto, seppur sarete sempre circondati da monti, neve e abeti. Spero tanto che vi piaccia, io ci ho messo il cuore.

polenta pasticciata

Ora più nel dettaglio della polenta pasticciata

Tornando alla ricetta che vi propongo: questa è pura poesia. Non avete idea di quanto sia buono questo piatto. Ricorda ovviamente la lasagna, ma la consistenza è più scioglievole e soprattutto è adatta anche per i celiaci. Ogni volta che la postavo nelle storie (perchè ammetto che è uno dei miei piatti preferiti quindi la preparo molto spesso, soprattutto se mi avanza un pò di polenta del giorno prima) come foto mi veniva ogni volta chiesta la ricetta. Ma volevo che avesse un posto speciale, e il canale YouTube sarebbe stato perfetto.

Alcuni consigli fondamentali…

E ora alcuni consigli per una polenta pasticciata strepitosa, che ovviamente trovate anche qui sotto. Prima cosa ragù: abbiamo detto che questa ricetta si ispira alla lasagna, quindi il ragù è fondamentale e dev’essere buonissimo. Rosolatela a parte la carne, non con le verdure, perchè il sapore di arricchirà e risulterà più intenso. Poi la salsiccia non dico che sia obbligatoria ma quasi, e poi parliamone: quando bene si abbina la salsiccia con la polenta? La cottura deve durare almeno un paio di ore, non meno, ma questo son sicuro che già lo sapete.

polenta pasticciata

Ora veniamo alla besciamella. Il roux, quindi la miscela di burro e farina, dev’essere tostato e possibilmente il burro lievemente nocciola per poter regalare alla besciamella dei sentori piacevoli che ricordano appunto la frutta secca. E poi veniamo all’ingrediente re: la polenta. Io scelgo sempre una varietà poco raffinata, in questo caso “Storo”. È una farina gialla di mais della valle del Chiese, non troppo lontana da casa mia. A me piace molto perchè il sentore è rustico e trovo si abbini molto bene con il resto degli ingredienti.

L’infinita varietà della polenta. Spoiler: scegliete la vostra preferita

Ma se vi piace potrete optare anche per delle varietà con una personalità ancora più forte, oppure, se siete pigri, scegliete la modalità più comoda: polenta istantanea. Anche se molti lo credono io non mi offenderò, anzi, trovo sia un’opzione intelligentissima perchè moltissimi non hanno il tempo di attendere 50 minuti per la cottura ma la voglia di polenta sta sempre dietro l’angolo.

Quindi mi raccomando per le prossime domeniche: polenta pasticciata e Sapore di Montagna, su Food Network canale 33 del digitale terrestre, 53 di TivùSat e 416 di Sky, oppure se non vi trovate a casa andate su Discovery Plus per lo streaming.

Qui sotto vi lascio la video ricetta :))

(Visited 26.968 times, 12 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Il ragù...

La ricetta più o meno la sappiamo tutti, ma non tutti conoscono i segreti per farlo come si deve. La cane mi raccomando fatela rosolare a parte con 4 cucchiai di olio, poi quando sentite che scoppietta tenetela da parte. A quel punto tritate con il mixer o col coltello per un risultato più grossolano le verdure e rosolatele con i rimanenti due cucchiai di olio e il burro. Quando risulta imbiondito unite il concentrato di pomodoro e lasciate un pò tostare, poi la carne, il vino rosso, gli aromi, il sale, il pepe e la noce moscata, infine la passata di pomodoro e l'acqua o il brodo bollente. Lasciate cuocere a fiamma bassissima per ALMENO 2 ore (meglio se 3) mescolando di tanto in tanto. Se lo preparate il giorno prima è ancora meglio

2
Fatto

La besciamella...

Preparate il solito roux con burro lievemente arrostito, farina, poi unite il latte freddo poco alla volta e nel frattempo mescolate. Deve diventare liscia, morbida e omogenea. Aggiungete sale, pepe e noce moscata e una volta che ha bollito un paio di minuti spegnete il fuoco.

3
Fatto

La polenta...

Portate a bollore l'acqua, unite il sale e aggiungete la polenta frustando. Poi lasciate cuocere mescolando di tanto in tanto. Una volta cotta trasferitela in una pirofila con all'interno un foglio di carta forno bagnato e strizzato e lasciatela raffreddare completamente in frigo.
Tagliatela a fette non troppo spesse e preparatevi ad assemblare il capolavoro quindi: sporcate la base di una pirofila piuttosto capiente con besciamella e ragù, poi disponete le fette di polenta, besciamella, ragù, grana grattugiato e continuate in questo modo per altri 2 strati. Siate abbondanti con il ripieno.

Terminate con tanto formaggio grattugiato e cubetti di burro e cuocete in forno statico a 200 gradi per circa 25 minuti o fino a quando la superficie si dora molto bene.
Servitela subito.

4
Fatto

CONSIGLI:

Se potete una volta cotta servitela subito così la polenta non avrà il tempo di assorbire troppa farcita. Risulterà quindi più cremosa e golosa.
Ci vediamo su FoodNetwork con una bella polenta pasticciata fumante a fianco. Vi voglio bene e grazie del sostegno.

Spero tantissimo che questa ricetta vi piaccia e che la proviate a fare e ci vediamo alla prossima.
Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
PANE DI SEGALE, LA RICETTA DI MONTAGNA
menu di pasqua
successiva
IL MENÙ DI PASQUA DELL’ULTIMO MINUTO 2023
precedente
PANE DI SEGALE, LA RICETTA DI MONTAGNA
menu di pasqua
successiva
IL MENÙ DI PASQUA DELL’ULTIMO MINUTO 2023