Spätzle
LE RICETTE + TRADIZIONALI

1 0
Spätzle

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per gli Spätzle:
350 g Spinaci freschi
1 Uova
300 g Farina
250 ml Latte
60 g Trentingrana grattugiato
Sale, pepe, noce moscata
Per il condimento:
100 g Speck
30 g Burro
200 ml Panna fresca liquida
20 g Erba cipollina
  • 35
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per gli Spätzle:

  • Per il condimento:

Intro

Condividi

Ma quanto sono buoni gli Spätzle? Non li conoscete?  Non sapete cosa vi siete persi fin’ora! Ma nessun problema, oggi è la vostra giornata fortunata! Scoprite con me tutti i passaggi di questa ricetta originaria della Germania Bavarese.

Cosa sono gli spätzle?

Gli spätzle sono dei gustosissimi gnocchetti tirolesi fatti da una pastella piuttosto densa e collosa. Pensate che in Germania gli spätzle vanno ad accompagnare stinchi arrostiti e Gulasch.

In Trentino Alto-Adige, invece, vengono spesso serviti come un tradizionale primi piatti. Sono molto conosciuti e vengono proposti in vari ristoranti e Hotel. E’una ricetta molto versatile e anche se potrebbe sembrare un piatto laborioso, vi assicuro che la tempistica è equivalente quasi ad un piatto di pasta al sugo.

La salsa di accompagnamento cremosa e goduriosa che vi propongo riesce ad esaltare ancora di più il gusto e la tipicità di questo fantastico primo piatto. 

Questi spätzle si potrebbero comunque accompagnare anche con un altro condimento. Sono perfetti con il burro spumeggiante e la salvia, con i funghi porcini spadellati, con una fonduta di formaggi di montagna.

Ma se volete dei sughi più leggeri e freschi niente paura… Anche con un sugo al pomodoro, alle verdure e addirittura con il pesce saranno sempre squisiti.

Si scrive spätzle o spatzli?

Correttamente si scrive spätzle, ma tanti per comodità o semplicemente perché non conoscono l’umlaut (se non hai mai studiato tedesco a scuola probabilmente ti sono sconosciuti quei due puntini sopra la lettera a), scrivono anche spatzli… Insomma, che ognuno li chiami e li scriva come preferisce, l’importante non è il loro nome e qui non sei venuto per prendere lezioni di tedesco… ma per mangiare!!

(Visited 2.160 times, 1 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Lessare gli spinaci (un dito di acqua sul fondo della pentola è sufficiente) per circa 4 minuti, strizzarli e lasciarli raffreddare. Se utilizzate il microonde cuoceteli a 600 W per 2 minuti.

2
Fatto

Inserirli in un frullatore assieme all’uovo e al latte (ne basterà circa mezzo bicchiere preso dalla dose della ricetta) ed azionatelo.

3
Fatto

Versare il composto ottenuto in una ciotola. Quindi unire il resto degli ingredienti e mescolate con un cucchiaio di legno. Se siete molto pratici svolgete questo passaggio ancora nel frullatore, ma fate attenzione a non surriscaldare il composto (frullate ad intermittenza per essere sicuri).

4
Fatto

A questo punto versare una parte del composto nell’apposito attrezzo (si trova comunemente nei negozi specializzati oppure online) o in uno schiacciapatate dai fori larghi. Non oscillate l’attrezzo! In questo modo i gnocchetti risulteranno più lunghi e più pratici per essere mangiati (anche questo conta!).

5
Fatto

Appena saliranno a galla versarli in una padella dove avrete fatto rosolare il burro e lo speck tagliato a fettine sottili fino a renderlo croccante, successivamente poi la panna fresca. Saltarli velocemente e se necessario aggiungere dell’acqua di cottura. Terminare con l’erba cipollina tritata.
Il piatto è pronto!

6
Fatto

CONSIGLI:

Se avete ospiti per cena arrivate comunque allo step 5, ma a differenza di saltarli subito in padella, versateli in una ciotola contenente dell’acqua fredda. In questo modo la cottura si bloccherà (potreste conservarli in frigo scolati dall’acqua anche per un paio di giorni). Saltateli successivamente in padella come descritto nello step 4.

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
successiva
Crostata pere e cioccolato
successiva
Crostata pere e cioccolato