TORTA MIMOSA AL LIMONE
#piùmediterranea

3 0
TORTA MIMOSA AL LIMONE

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per il Pan di Spagna
6 Uova
180 g Zucchero
90 g Fecola di patate
90 g Farina
1 cucchiaino Lievito per dolci
2 cucchiai Olio di semi
un pizzico Sale
1 Scorza di limone
1 cucchiaino Curcuma
Per la crema al limone
500 ml Latte
5 Tuorli d'uovo
110 g Zucchero
2 o 3 Scorza di limone
55 g Amido di mais
300 ml Panna fresca
Per la bagna:
200 ml Acqua
4 cucchiai Zucchero
100 ml Limoncello

La torta più femminile;)

  • 4 ore
  • 10 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per il Pan di Spagna

  • Per la crema al limone

  • Per la bagna:

Intro

Condividi

Una torta della tradizione italiana, soffice e tanto gradita, ideata proprio per la festa della donna.

Com’è fatta la Torta Mimosa?

La base è un soffice Pan di Spagna, ma saporito, morbido, umido e sopratutto più colorato, ma con un metodo esclusivamente naturale.

Poi la crema, normalmente pasticcera e aromatizzata con vaniglia o scorza di limone, ma molti adorano la combinazione della pasticcera con la panna fresca, per ottenere una gonfia crema diplomatica, proprio come ho fatto io.

E poi l’immancabile bagna, fondamentale per conferire maggior umidità e sapore alla nostra bagna. Una classica è fatta con il rum, acqua e zucchero.

Ci sono poi tante versioni: all’ananas (divenuta poi un classico), alle fragole, con le pesche sciroppate e addirittura al cioccolato.

Io però mi sono lasciato ispirare dal colore giallo intenso di questa torta, e la versione al limone mi sembrava perfetta.
Come l’ho creata?
È stato molto semplice in realtà. Scorza grattugiata come se piovesse, sia nel Pan di Spagna che nella crema, e limoncello per la bagna.

Vi assicuro che è davvero una bomba e qui l’hanno apprezzata tutti.
Fatemi sapere se la farete e se vi piace anche a voi questa versione.

PER VEDERE LA VIDEO RICETTA CLICCATE QUA SOTTO;)

 

(Visited 773 times, 1 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Il Pan di Spagna

Preriscaldate il forno a 160° in modalità statica.
Montate le uova, che devono essere a temperatura ambiente per una massa montata migliore, assieme allo zucchero, alla curcuma, al pizzico di sale.

Montate per circa 10 minuti se siete in possesso di una planetaria, 15 invece se avete lo sbattirore elettrico.

Nel frattempo grattugiate anche la scorza di un limone e mettetela in una ciotola contenente 2 cucchiai di olio di semi.
L'olio di semi arricchirà l'impasto, rendendo il Pan di Spagna più morbido.

Una volta ottenuta una massa molto gonfia e spumosa, versate circa 4 cucchiai di uova montate nella ciotola dell'olio e mescolate dal basso verso l'alto, per non smontare la massa eccessivamente e amalgamare tutti e due i composti.
Versate nuovamente il contenuto nelle uova montate.
Incorporate anche le polveri (farina, fecola e lievito mescolati assieme) e setacciatele direttamente sulla massa di uova, mescolando dal basso verso l'alto.

Versate l'impasto in uno stampo oleato con carta forno del diametro di 26/28 cm.
NON sbattete mai violentemente la tortiera su un piano, altrimenti le bolle d'aria escono dall'impasto.

Cuocete in forno per circa 50/60 minuti.
Testate con il metodo dello stecchino di legno. Se esce asciutto, la torta sarà cotta;)

Se risulta cotta, spegnete il forno e tenete lo sportello leggermente aperto con l'aiuto di un cucchiaio di legno e tenete al''interno la torta per circa 10 minuti.

Sfornatela e lasciatela completamente raffreddare, coprendola con un canovaccio, per non far perdere troppa umidità al Pan di Spagna;)

2
Fatto

La crema

Grattate la scorza dei limoni, che devono essere non trattati, due o tre, in base alle vostre preferenze.
Mettete a scaldare il latte, ma non fatelo bollire.

Sbattete in una ciotola tuorli d'uovo, zucchero, amido di mais e scorza di limone.
Non dovete sbattere troppo, ma è importante amalgamare bene questi ingredienti.
Versate a questo punto il latte, mescolate bene con una frusta e riversate il composto nella pentola dove avete fatto scaldare il latte.

Fate addensare la crema a fiamma media.
Lasciatela raffreddare completamente, coprendola con della pellicola o con una leggera spolverata di zucchero in superficie.

Quando la crema risulterà fredda (da frigorifero) incorporate assieme la panna, che avrete precedentemente montato.
Lasciate riposare in frigo per circa 30 minuti

3
Fatto

La bagna e la farcitura

Mettete a scaldare l'acqua assieme allo zucchero. Non serve raggiungere il bollore. Basta semplicemente scaldare leggermente.
Una volta che lo zucchero si è sciolto, spegnete il fuoco e unite il limoncello.
Lasciate intiepidire.

4
Fatto

L'assemblaggio...

Estrai il Pan di Spagna e dividilo in 3.
Lo strato centrale ci servirà per fare i piccoli fiori di mimosa, quindi tenetelo da parte.

Cominciamo con il primo strato: bagna e una buona parte di crema, anche perché questo sarà il vero e proprio strato di crema della torta.
Prendete ora l'altro strato e bagnate sia la parte sottostante che la parte sopra.
Ricordatevi di mettere la parte della crosta dello strato (la parte più scura) verso il basso.

Coprite con la crema, sia sopra che sui lati, infatti la crema servirà anche da collante per la torta.
Fate riposare la torta in frigo.

Nel frattempo fate le mimose.
Togliete la crosta dallo strato e tagliate lo strato a metà, assottigliandolo.
Fate quindi delle listarelle e successivamente dei cubetti.
Disponete i cubetti sopra e attorno alla torta, ricoprendola interamente.

La vostra torta mimosa è pronta!
Conservatela in frigo per almeno 6 ore prima di assaggiarla.

5
Fatto

CONSIGLI:

La torta mimosa dev'essere umida, ma allo stesso tempo soffice e leggera.
Vi consiglio quindi di prepararla il giorno prima. Perché?
La crema entra leggermente nell'impasto e i sapori si amalgamano.

Ho deciso di fare questa versione per dare una nota più fresca alla classica torta mimosa, ma se la preferite tradizionale basterà sostituire il limone della crema con una bacca di vaniglia;)

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio!

Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
Lasagne di Carnevale
successiva
3 VERSIONI DELLE ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
precedente
Lasagne di Carnevale
successiva
3 VERSIONI DELLE ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE