TORTA SACHER (SACHERTORTE)
#laTortaalCioccolatoIconica

TORTA SACHER (SACHERTORTE)

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per l'impasto:
200 g Cioccolato fondente meglio se di ottima qualità
120 g Burro
2 Tuorli d'uovo meglio se a temperatura ambiente
6 Albumi d'uovo meglio se a temperatura ambiente
150 g Zucchero
5 cucchiai Farina di riso se per i celiaci
2 cucchiai Cacao amaro
2 cucchiai Latte
1 pizzico Sale
Per farcire:
630 g circa Confettura di albicocche 2 vasetti all'incirca
Per la copertura:
280 g Cioccolato fondente meglio se di ottima qualità
50 g Burro
140 ml Acqua
Inoltre:
300 g circa Panna semi montata facoltativa

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Franz Sacher, noi qui ti ringraziamo tutti.

  • 2 ore
  • 6 Porzioni
  • Media

Ingredienti

  • Per l'impasto:

  • Per farcire:

  • Per la copertura:

  • Inoltre:

Intro

Condividi

TORTA SACHER (SACHERTORTE)

Torta Sacher, una ricetta famosissima di Vienna conosciuta in tutto il mondo, ed è probabilmente associata alla torta al cioccolato più iconica che esista. La ricetta è piuttosto facile e pure veloce in realtà e se seguite tutti i consigli che vi racconto in questo video vi assicuro che riuscirete a creare una Sacher spettacolare. Ovviamente non può mancare la confettura interna, rigorosamente di albicocche, e la copertura, che può essere la classica ganache con la panna oppure, come faccio io, una crema a base di cioccolato e acqua e vi assicuro che è spaziale, più leggera e il sapore di cioccolato non viene disturbato dal sapore “di latte” tipico della panna.

PIÙ NEL DETTAGLIO…

Fa freddino e la voglia di cioccolato ti assale. Palese che in autunno e ancor di più in inverno il desiderio di cioccolato si fa sentire ancora di più. Tavolette, cioccolata in tazza e poi loro, le torte al cioccolato. Le adorate torte al cioccolato. E tra tutte le torte al cioccolato che ci sono ne esiste una che si riesce a distinguere più delle altre, probabilmente per la carica cioccolatosa assoluta, per quella glassa lucida, per quella scritta sulla in superficie dall’aria aristocratica: la Sachertorte.

Torta Sacher

LA STORIA DELLA TORTA SACHER

La Torta Sacher è stata inventata dal giovane pasticciere Franz Sacher che la realizzò nel 1832 appunto a Vienna, come vi ho raccontato prima. Appartenente ad una facoltosa famiglia di albergatori ebraici e giovane panettiere di corte, fu Klemens von Metternich , cancelliere, a chiedergli di preparare un dolce per un ospite, poichè il pasticciere ufficiale di corte era malato. Sacher, che allora aveva solo 16 anni, si mise all’opera. Lui da amante del cioccolato non poteva assolutamente escluderlo in un dolce che prima di tutto doveva piacere a lui. Dopo averla cotta pensò di farcire la torta con della confettura di Marille (albiccocche in austriaco) e glassarla con una miscela anch’essa al cioccolato. Un pò di panna in parte e Metternich esultò al primo assaggio. E per ulteriori dettagli vi lascio qui un link che vi porta a un articolo ancora più dettagliato;)

TORTA SACHER RICETTA ORIGINALE

Da allora Sacher ne dovette fare molte e questa ricetta divenne sempre più famosa, prima in Austria e poi in tutto il mondo. La ricetta originale la custodisce segretamente l’Hotel Sacher e se volete mangiare quella vera dovete prima recarvi a Vienna e poi nella sala dell’Hotel Sacher. Se però vi basta anche solo comprarla in negozio e gustarvela nell’iconica sala potrete addirittura recarvi a Bolzano. Pensate che in questa cittadina della mia regione si trova l’unico negozio Sacher fuori dall’Austria, nel quale potrete acquistare l’originale Sachertorte.

AL GIORNO D’OGGI…

La torta Sacher originale però io quando l’avevo assaggiata l’avevo trovata un pò asciutta e poco ricca. Da Sacher e da Demel, dovendo seguire alla lettera la ricetta originale, anche perchè è il loro marchio di fabbrica, la torta rimane fedele alle esigenze tipiche dell’epoca. Quindi torte asciutte e accompagnate dalla panna montata per essere più facilmente degustate e quindi apprezzate. Con il processo tecnologico e i gusti che cambiano la maggior parte delle persone gradirebbero una torta un pochino più umida e ricca internamente. E sopratutto piacevole da mangiare anche senza la panna in parte.

Ecco, vi assicuro che quella che vi presento rispetta tutte queste esigenze. L’impasto è leggero, soffice, umido e scioglievole, la confettura internamente è abbondante, questo per mantenere una buona umidità al dolce e renderlo ancora più gustoso. Per poi concludere con una glassa cremosa, lucida e consistente, che esprime tutte le peculiarità del cioccolato fondente.

BASTA SEGUIRE TUTTI I PASSAGGI, NON È DIFFICILE

Nel video e sopratutto sul blog vi spiego tutti i passaggi che dovete fare per ottenere una Sacher con la S ancor più maiuscola rispetto a quella che c’è già. Fidatevi che la ricetta non è difficile, gli ingredienti sono pochi e semplici. Un pò di concentrazione per fare le cose fatte bene e poi vedrete il figurone. E mi raccomando se potete servitela anche dopo 12 ore di frigo. Magari la togliete un attimo prima (15 min.) in modo tale che la torta salga di temperatura di quei due gradi per farvi apprezzare ancor di più i suoi sapori e le sue consistenze. Poi la potete tagliare aiutandovi con un coltello precedentemente riscaldato sotto un getto di acqua bollente e poi asciugato per avere un taglio più netto e pulito e poi la servite, con la panna oppure senza. Tanto la amerete lo stesso ❤️

TORTA SACHER BIMBY

Fattibilissima naturalmente. Basterà sciogliere il cioccolato tritato, il burro e il sale a velocità 4 a 50 gradi per 6 min. travasarlo in una ciotola. Pulire il boccale, montare la farfalla e montare gli albumi con metà dello zucchero a velocità 4 per 5 min. Tenerli da parte e montare i tuorli assieme al restante zucchero sempre con l’aiuto della farfalla a velocità 4 per 5 minuti, successivamente diminuire la velocità a 3 e versare cioccolato e burro sciolti, farina, latte e cacao. Dopo aver aggiunto tutti gli ingredienti con le lame in movimento proseguire sempre a velocità 3 per 1 minuto. Aggiungere metà albumi, riattivare il bimby a velocità 2 per 20 secondi, poi terminare con l’altra metà degli albumi e proseguire nuovamente a velocità 2 per 20 secondi.

Essendo un impasto amalgamato tutto meccanicamente vi consiglio di aggiungere nella farina 1 cucchiaino di lievito per dolci, in modo tale da essere sicuri sulla sua lievitazione perchè l’impasto potrebbe risultare leggermente smontato.

Qui il link per un’altra ricetta tutta cioccolatosa.

CLICCA QUI SOTTO PER LA VIDEORICETTA;)

(Visited 24.280 times, 12 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

L'impasto...

Fate sciogliere il cioccolato assieme al burro e al pizzico di sale a bagnomaria, in microonde oppure, se avete l'induzione, direttamente in un pentolino ma a potenza bassissima, 2 o 3 al massimo, mescolando spesso.

Nel frattempo montate i tuorli assieme a metà dello zucchero con la planetaria o con lo sbattitore elettrico fino a quando risulteranno chiari e spumosi e successivamente, mentre le fruste sono in movimento, incorporate il cioccolato fuso con il burro.
Il composto potrebbe risultare leggermente stracciato, ma dato che poi, questa volta però a mano, andrete ad incorporare al composto la farina setacciata, il latte e il cacao, sempre setacciato, il composto risulterà liscio e omogeneo.

Quindi, fatto questo passaggio, in una ciotola pulita e con le fruste pulite andate a montare gli albumi con il restante zucchero fino a quando risulteranno ben montati ma ancora cremosi.
A questo punto incorporateli all'impasto in 2 o 3 step. Nel primo step dovrete essere decisi per ammorbidire l'impasto al cioccolato, negli altri 2 dovrete essere più delicati per non smontare i restanti albumi, che saranno i responsabili della lievitazione della torta dato che non c'è lievito.

2
Fatto

Cottura...

Versate il composto in una tortiera da 24 cm imburrata e oleata con la carta forno, distribuitelo in modo omogeneo con l'aiuto di un cucchiaio con delicatezza per rompere meno bolle d'aria possibile e cuocetela in forno statico preriscaldato a 120° per 10 minuti disponendo la tortiera sulla griglia che avrete messo nella parte inferiore del forno, tra la parte centrale e il fondo (vedi video su YouTube per ulteriori dettagli). In questa fase il composto si stabilizzerà nella tortiera.

Poi alzate la temperatura a 170 gradi e lasciatela in forno per altri 45/50 minuti. Poi spegnetelo, calcolate 10 minuti, aprite leggermente lo sportello con l'aiuto di un cucchiaio di legno e calcolate altri 10 minuti.

Ora rimuovetela dal forno, attendete che si intiepidisca leggermente, togliete l'anello della tortiera e spennellate sulla superficie un composto fatto da confettura di albicocche e acqua (basteranno 1 cucchiaio di confettura e 3 cucchiai di acqua). Questa confettura diluita aiuterà a non far asciugare eccessivamente la superficie della torta. Attendete ancora qualche istante e poi capovolgetela in un piatto, perchè la superficie sarà la base e la base la superficie per avere un risultato più regolare.

A proposito, se dovesse formarsi una cupola sulla superficie pareggiatela;)

3
Fatto

Farcitura...

Tagliate la torta a metà e farcitela con circa 380 g di confettura di albicocche, poi ricomponetela e ricopritela con la confettura rimanente. E per fare un lavoretto migliore vi consiglio di scaldarla leggermente per fare in modo che la confettura penetri meglio nell'impasto. Mi raccomando, procuratevi una confettura piuttosto densa per assicurarvi che quella interna (che non dovrà essere scaldata) sostenga il disco di impasto messo sopra.

Ora riponetela in frigo se necessario mentre vi dedicherete alla glassa...

4
Fatto

Glassiamo e ci siamo...

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro tenuti da parte per la glassa. In un pentolino o in microonde scaldate un pò l'acqua, che dovrà risultare tra i 70 e 80 gradi circa, quindi calda ma non bollente, e una volta che cioccolato e burro si saranno sciolti aggiungete l'acqua, mescolando nel frattempo. In questa fase non occorrirà la frusta ma solo un cucchiaio perché nella glassa non dovrà essere incorporata aria.

Poi disponete la torta su una gratella e glassatela, passando con la glassa prima sui bordi e poi sulla superficie centrale. Spatolatela e battetela un pò per far colare la glassa in eccesso, poi recuperate ciò che è caduto sul piano di lavoro, riempite con la glassa una sac a poche e, facendo un taglio piuttosto sottile, scrivete sulla torta "Sacher". Ovviamente questa parte è facoltativa. La torta sarà buonissima anche senza scritta.

Lasciatela riposare in frigo per almeno 3 ore e poi la potrete servire con un pò di panna semi montata in parte, anche se non è necessaria perchè questa torta fidatevi che non risulterà assolutamente asciutta, sopratutto se la fate riposare in frigo qualche ora, anche 12 se potete.

5
Fatto

CONSIGLI:

Mi raccomando per questa torta scegliete un cioccolato di buona qualità perché la differenza si sentirà essendocene un bel pò.
La torta si conserva in frigorifero fino a 4 giorni coperta con della pellicola o da una campana sigillante.
Se volete una variante sostituite la confettura di albicocche con della marmellata di arance. Sarà ugualmente divina. Fidatevi ✨

Spero tantissimo che questa ricetta vi piaccia e che la proviate a fare e ci vediamo alla prossima.
Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
gulash ungherese
precedente
GULASH UNGHERESE
successiva
Risotto agli scampi (afrodisiaco)
gulash ungherese
precedente
GULASH UNGHERESE
successiva
Risotto agli scampi (afrodisiaco)