TORTEI DE PATATE – frittelle di patate
#libidinosi

4 0
TORTEI DE PATATE – frittelle di patate

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
1 kg Patate a pasta bianca o a pasta gialla, basterà scolarle un po' di più
1 cucchiaio Farina
q.b. Strutto
q.b. Olio di semi di arachidi
q.b. Sale e pepe

La mia goduria preferita, 100% trentina

  • 40 minuti
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

Intro

Condividi

Datemi un vassoio di tortei per rendermi TANTO felice. Uno dei piatti che preferisco, ringrazio colui che li inventò molti anni fa in questi luoghi.

Cosa sono i Tortei?

I Tortei de patate (Tortel de patate al singolare), o Tortati, sono delle frittelle di patate croccanti fuori e morbidi dentro. Sono cugini dei rösti, con la differenza che questi ultimi hanno una grana delle patate più grossa, quasi alla julienne. Sono invece fratelli della torta di patate, questa però è più grande e sopratutto cotta al forno, ma la pastella che serve per prepararla è molto simile.

Sono una favola come antipasto, accompagnati da salumi e formaggi, una poesia con la confettura di mirtillo rosso, una meraviglia come contorno.

Sono poi comodissimi da preparare all’aperto durante le grigliate estive, per il Ferragosto, e poi comunque credo che diano il meglio di se durante i mesi più freddi dell’anno.

Immaginatevi di essere davanti al camino in una piccola baita di montagna, mangiando tortei e sorseggiando del buon vino rosso corposo. Sarebbe il finale perfetto di una fiaba secondo me.

Cliccate qua sotto per la video ricetta;)

(Visited 47 times, 2 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Cominciamo dalle patate...

Per prepararli non è facile, di più...
Procuratevi delle patate, possibilmente a pasta bianca e non troppo acquose (se non le doveste trovare non allarmatevi, utilizzate le patate che trovate o che avete già in casa, al massimo le scolerete di più) e le grattugiate con la famosa grattugia da tortei, a maglia larga.

Come come? Non avete la grattugia?! Nessun problema: procuratevi un frullatore, tagliate prima le patate a rondelle e poi frullatele fino ad ottenere una pastella piuttosto granulosa.

2
Fatto

La pastella...

Scolate poi le patate con uno scolapasta a maglia fina oppure con un colino per poi aggiungere un cucchiaio di farina, sale e pepe.
L'impasto è pronto, ora basterà solo cuocerlo.

3
Fatto

La cottura...

Cuoceteli in padella dove sarà presente un dito di grasso (un cucchiaio di strutto e olio di semi di arachidi è la soluzione che uso io per avere un bell'equilibrio tra tradizione e modernità, altrimenti scegliete solo olio di semi o solo strutto) per avere una bella crosticina all'esterno, ma dentro rimarranno morbidi e ma non unti.

Quando li cuocerete la temperatura dell'olio dovrà essere attorno ai 170° gradi, ma se non avete il termometro fate il test con un po' di pastella. Ricordatevi sempre di mescolare il composto nella ciotola prima di formare i tornei nell'olio con l'aiuto del mestolo.

4
Fatto

Sbrighiamoci a servirli...

Scolateli bene dall'olio per poi farli asciugare su una placca con carta assorbente.
Disponeteli su un bel tagliere di legno rustico con tante prelibatezze. Se li fate più piccoli possono essere dei rustici finger food.

5
Fatto

CONSIGLI:

Se notate che l'impasto tenderà ad assumere un colore molto simile a quello del mattone non dovrete preoccuparvi, si tratta dell'ossidazione delle patate, ma i vostri tornei saranno sempre tra buoni.

Mangiateli subito e se doveste rigenerarli perché magari si sono freddati, friggeteli una seconda volta per scaldarli altrimenti in forno, o ancor pregiò in microonde, non risulteranno più croccanti.

Acommpagnateli con salumi, formaggi locali e un altro abbinamento sfiziosissimo è con la confettura di mirtillo rosso. Vi spaventa? Prima provate;)

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio!

Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
BICCHIERINI ALLA CREMA DI YOGURT, CRUMBLE E FRUTTI DI BOSCO
precedente
BICCHIERINI ALLA CREMA DI YOGURT, CRUMBLE E FRUTTI DI BOSCO