• Home
  • + green
  • Onion Rings: anelli di cipolla croccanti e non unti

Onion Rings: anelli di cipolla croccanti e non unti
#pericipollalovers

Onion Rings: anelli di cipolla croccanti e non unti

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
4 o 5 Cipolle in base alla grandezza
4 cucchiai Farina
1 cucchiaio Amido di mais oppure panna vegetale
1 cucchiaino Lievito istantaneo polvere lievitante non vaingliata
150 ml Latte 1 bicchiere circa
q.b. Acqua gasata
q.b. Pangrattato
1,2 l Olio di semi
q.b. Sale
Per la maionese alla paprika:
1 Uovo
250 ml Olio di semi
1 cucchiaio Aceto di mele o succo di limone
1 cucchiaio Paprika dolce
Sale
Per la salsa al pomodoro piccante:
300 ml Passata di pomodoro
1 Scalogno
3 cucchiai Olio extra vergine
2 Acciughe
3 Pomodori secchi sott'olio
q.b. Peperoncino
q.b. Sale
1 cucchiaino Zucchero

Panati fuori, cipollosi dentro;)

  • 7 ore (con il congelamento)
  • 8 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per la maionese alla paprika:

  • Per la salsa al pomodoro piccante:

Intro

Condividi

ANELLI DI CIPOLLA FRITTI con panatura croccante

Gli onion rings sono croccanti e deliziosi anelli di cipolla in pastella che vengono passati nel pangrattato e poi fritti. La ricetta fatta in casa è tanto semplice e veloce quanto buona. Potreste farli anche al forno ma fatti così risulteranno comunque digeribili, leggeri e non unti. Vi svelo una tecnica su come rendere la cipolla più digeribile. Ho fatto anche una salsa piccante e una maionese.

Amo la cipolla. Fosse per me metterei una cipolla a testa quando preparo il sugo per la pasta. È un ortaggio speciale e che fa anche molto bene e purtroppo ci limitiamo solo a inserirla nei soffritti e quasi mai le regaliamo un premio portandola da ingrediente periferico a ingrediente principale o quasi. Oggi però la rendiamo regina con un piatto goloso e veramente buono: le onion rings.

Sono anelli croccanti fuori che dentro racchiudono una cipolla morbida e cotta alla perfezione, dolce e saporita. Li ho sempre amati e quando vado nei ristoranti o nei fast food li prendo sempre perché a casa in effetti non li faccio spesso, ma non perché siano difficili o laboriosi ma perché non mi viene praticamente mai in mente di farli.

FATTI IN CASA SON PIÙ BUONI

Nei ristoranti poi spesso non sono nemmeno fatti in casa e vengono acquistati surgelati già prefritti oppure semplicemente pastellati pronti da friggere direttamente da congelati. In questo caso spesso si tratta di puree di cipolla cotta messe in stampi a forma di anelli, surgelati e pastellati. Non male con ingredienti in effetti ma è tanto meglio prepararli in casa per tanti motivi, come ad esempio la sicurezza di mangiare un fritto sano, in olio di semi pulito e non esausto. Poi partendo dalla cipolla intera il risultato sarà completamente diverso. Sarà più consistente al morso e poi con quella pastella leggera e la croccantezza grazie al pangrattato vi invoglieranno a prepararle sempre più spesso.

Potete scegliere la qualità di cipolla che preferite naturalmente, rossa, bianca o bionda. Io sinceramente preferisco quella rossa, più dolce e delicata. Se trovo poi quella di tropea, magari fresca, è il top. La mangio anche cruda anche se ovviamente da cruda il sapore tende ad essere più acido mentre da cotta lascerà un sapore dolce e molto più morbido. Ecco: la cipolla è uno di quei alimenti che si trasforma con la cottura.

Qua sotto vi spiego anche la tecnica affinché la cipolla risulti più digeribile e anche 2 salsine per accompagnare questa bontà.

CLICCA QUA SOTTO PER LA VIDEO RICETTA

(Visited 1.492 times, 2 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Vai di cipolle...

Rimuovete le due estremità alle cipolle, la buccia e tagliatele a rondelle dello spessore di circa mezzo centimetro.
Mettetele a bagno in una ciotola colma di acqua fresca e lasciatele riposare per circa un'ora, meglio se in frigorifero.
Questo passaggio serve per eliminare l'odore intenso che ha la cipolla. Si trasferirà nell'acqua e gli anelli risulteranno più delicati.

Passato questo tempo vi basterà scolare le cipolle e rimuovere la pelliccina ad ogni anello. Nel video si vede bene: è quella pelle sottile e trasparente che tende ad essere indigesta e sopratutto a dorarsi troppo in frittura.

2
Fatto

La pastella...

Preparate la pastella in una ciotola.
Versate la farina, l'amido di mais (maizena) un pizzico di sale e il lievito e miscelate con una frusta. Scuccessivamente aggiungete il latte e continuate a mescolare. Otterrete un composto liscio e abbastanza denso. Benissimo: siccome la pastella deve essere comunque abbastanza morbida, aggiungete dell'acqua gasata fino ad ottenere la consistenza voluta (nel video si capisce tutto).

3
Fatto

Cuociamo...

Tuffiamo gli anelli di cipolla prima nella pastella, scoliamoli e passiamoli poi nel pangrattato. Questo li renderà ancora più croccanti e buoni.
Friggiamoli in olio bollente a 180° fino a quando risulteranno dorati. Scoliamoli e saliamoli leggermente.
Se vi va potreste accompagnarli con le due salse che descrivo qua sotto

4
Fatto

La sala piccante...

Partite facendo soffriggere lo scalogno assieme all'olio extra vergine e alle acciughe. Versate poi la salsa di pomodoro, aggiungete i pomodori secchi tritati, il peperoncino in polvere, il sale e lo zucchero. Coprite con il coperchio e lasciate cuocere e ridurre a fiamma bassa per circa 30 minuti.

5
Fatto

La maionese...

Nel bicchiere del frullatore a immersione o in un piccolo mixer rompete l'uovo, aggiungete un pizzico di sale, di pepe e l'aceto di mele o il succo di limone. Azionatelo per un paio di secondi.

Unite una prima parte di olio di semi. Frullate per avere una prima emulsione e aggiungete il cucchiaio di paprika dolce. Terminate con il secondo step di olio e avere una maionese più densa.

6
Fatto

CONSIGLI:

Volendo potreste sostituire l'acqua gassata della pastella con della birra fredda.
Queste onion rings riescono a rimanere croccanti e asciutte anche dopo un'ora che sono state preparate. Inutile dirvi però che fatte e mangiate subito sono il triplo più buone.

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
GELATO ALLA FRAGOLA senza gelatiera (come in gelateria)
successiva
TORTA FREDDA ALLE CILIEGIE SENZA COTTURA
precedente
GELATO ALLA FRAGOLA senza gelatiera (come in gelateria)
successiva
TORTA FREDDA ALLE CILIEGIE SENZA COTTURA