• Home
  • + green
  • GELATO AL CIOCCOLATO SENZA GELATIERA (e senza latte e uova)

GELATO AL CIOCCOLATO SENZA GELATIERA (e senza latte e uova)
#pertutti

GELATO AL CIOCCOLATO SENZA GELATIERA (e senza latte e uova)

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
650 ml Acqua
300 g Cioccolato fondente io ho scelto quello al 70% di cacao
80 g Cacao amaro
15 g Amido di mais ossia amido di mais
230 g Zucchero di canna
50 ml Caffè o 50 ml di acqua
1 bicchierino Rum facoltativo
1 pizzico Sale
Features:
  • Gluten free
  • Vegan

Altro che slavato;)

  • 40 minuti
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

Intro

Condividi

GELATO AL CIOCCOLATO A BASE D’ACQUA, MA NON SLAVATO EH…

Il gelato al cioccolato è da sempre molto apprezzato, cremoso e goloso. In questo video lo preparerò senza gelatiera e senza latte, panna e uova. Ho pensato di proporvi una versione light e più fresca perfetta per l’estate, con una base d’acqua e pochi altri ingredienti tutti vegetali. Sarà quindi un gelato vegano, senza glutine e lattosio. Perfetto per tutti insomma. Non pensiate che sia meno buono. Sarà cremoso e comunque corposo grazie ai grassi presenti naturalmente nel cioccolato.

Volevo soddisfare una richiestona, quella di preparare il gelato al cioccolato. Eccomi che arrivo allora. Il gelato al cioccolato è uno dei gelati più apprezzi e golosi e capisco alla grande perchè sia qui su YouTube che su Tik Tok me l’avete tanto richiesto. Il cioccolato accontenta quasi tutti e in realtà non ho mai capito perché esistono al mondo persone a cui non piace. Il gusto è intenso e avvolgente, profumato e interessante, proprio unico.

Ho voluto proporvi un gelato al cioccolato speciale però, perché è molto più leggero rispetto al classico gelato al cioccolato. Questo è senza panna e latte pensate un po’ e ho sostituito questi due ingredienti con l’acqua. Non sarà annacquato però e la cosa fantastica è che potranno mangiarlo tutti perché essendo senza latte e uova lo possiamo tranquillamente considerare un gelato vegano, senza lattosio e naturalmente privo di glutine. Sentiremo la purezza del cacao e cioccolato e l’unico grasso che sarà presente sarà proprio quello del cioccolato, il burro di cacao.

Ovviamente spero che questa ricetta vi ispiri e vedrete che se amate il cioccolato, in particolare quello fondente, lo troverete delizioso e vi accompagnerà per tutta l’estate, soprattutto se per voi, come per me, il cioccolato è una droga ma giustamente in estate lo vorreste mangiare in una versione più fresca ma sempre avvolgente.

Per ulteriori consigli andate in fondo alla ricetta.

E cliccate qua sotto per il video;)

(Visited 7.263 times, 9 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Prima si bolle...

In una pentola abbastanza capiente versate le polveri, quindi il cacao, lo zucchero, il sale e la maizena (amido di mais) e miscelate bene con una frusta. Aggiungete poi una piccola parte di acqua e cominciate ad amalgamare fino a formare una crema abbastanza densa. A questo punto versate tutta l'acqua rimanente e continuate a frustare ma senza troppa cura, tanto i grumi ormai si saranno sciolti.

Portate sul fuoco a fiamma media e quando raggiungerà il punto di ebollizione calcolate 30 secondi, poi spegnete, aggiungete il cioccolato spezzettato grossolanamente e mescolate fino a farlo sciogliere e immergete la pentola nel lavandino colmo di acqua fredda. Sarà il nostro "abbattitore casalingo" e la miscela si raffredderà molto più velocemente.

Quando il composto sarà tiepido aggiungete il caffè e il rum, che abbasserà il punto di congelamento della massa.

2
Fatto

Dal caldo al freddo...

Ora versiamo questo composto in una pirofila (quella in pirex andrà benissimo) e ponetela in congelatore per almeno 6 ore.

Passato questo tempo potrete notare che il gelato si sarà compattato e quindi sarà ora di sformarlo (io l'ho tagliato a pezzi che così sarà più facile e veloce questa operazione) e frullarlo in un mixer o con l'aiuto di un frullatore a immersione. Lo dovremo quasi montare.

Fatta anche questa ultima procedura basterà porlo ancora in congelatore (in uno stampo da plumcake magari così il gelato acquisirà una forma alta e stretta, più comoda per formare le sfere) a compattare del tutto per circa 2 ore.
Prima di servirlo attendete qualche minuto.
Sarà a base d'acqua ma la sua cremosi vi conquisterà.

3
Fatto

CONSIGLI:

Ho voluto sostituire lo zucchero bianco con quello di canna e ho aggiunto una piccola parte di caffè dentro che con il fondente è la morte sua. Arrotonda il gusto e li conferisce una nota tostata spaventosamente buona.
Non sarà invadente ma semplicemente si percepirà. In ogni caso se non vi piace basterà sostituire il caffè con l’acqua all’inizio.

E il caffè mi raccomando mettetelo alla fine che se lo fate bollire con il composto di acqua, maizena e cacao diventerà amaro. È come quando preparate il caffè con la moca e lo lasciate sul fuoco anche se è salito.
Quando comincerà a bollire ormai l’avrete perso perché profumo e sapore avranno una nota bruciata che non somiglierà affatto a quel profumo intenso e aromatico tipico del caffè.

Un segreto per abbassare il punto di congelamento della massa? In gelateria si utilizzano prodotti speciali, come l’inulina, una fibra vegetale che conferisce corpo al gelato. Nei supermercati non si trova ma noi in ogni caso potremmo trovare facilmente un rimedio, ossia quello di aggiungere una parte alcolica.
Non si sentirà in realtà ma in ogni caso ho voluto utilizzare un distillato che si sposa molto bene con il cioccolato, il rum. Ovviamente anche questa volta se non vi va di aggiungere una parte alcolica al vostro gelato potete assolutamente ometterlo. Sarà molto buono lo stesso.

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
INSALATA DI RISO: la ricetta originale e classica
successiva
PIATTI FREDDI ESTIVI: 3 RICETTE FACILI
precedente
INSALATA DI RISO: la ricetta originale e classica
successiva
PIATTI FREDDI ESTIVI: 3 RICETTE FACILI