TÈ FREDDO AL LIMONE, ALLE PESCA E VERDE
#freschiefruttati

TÈ FREDDO AL LIMONE, ALLE PESCA E VERDE

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per il tè alla pesca:
3 Pesche noci mature
5 cucchiai Zucchero
3 Bustine di tè il classico tè nero sarà perfetto
1 l Acqua
Per il tè al limone:
1 Limone grande non trattato
5 cucchiai colmi Zucchero
3 Bustine di tè il classico tè nero sarà perfetto
1 l Acqua
Per il tè verde:
1 Lime
10 Foglie di menta
5 cucchiai Zucchero
3 Bustine di tè verde
1 l Acqua
Features:
  • Gluten free
  • Vegan

Qui la frutta si sente proprio;)

  • 3 ore (con il raffreddamento)
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per il tè alla pesca:

  • Per il tè al limone:

  • Per il tè verde:

Intro

Condividi

TÈ FREDDO FATTO IN CASA (AL LIMONE, ALLA PESCA E VERDE)

Il tè freddo fatto in casa è una ricetta facilissima, veloce ed economica. Io ho voluto proporvi le 3 versioni classiche, quindi al limone, alla pesca e verde, profumato con menta e lime, freschissimo. È buonissimo e molto più sano e genuino di quello già pronto, grazie all’utilizzo di ingredienti naturali e di qualità. Un drink perfetto per l’estate e da proporre anche nei buffet come proposta analcolica.

È arrivata l’estate e la voglia di bevande fresche per contrastare il caldo è sempre dietro l’angolo. I cocktail arriveranno, ma per il momento andrei con qualcosa di analcolico e per niente triste, anzi. Prepariamo il tè freddo, buonissimo e profumato, dove la frutta si sente proprio. Vi giuro, sembra quello comprato, però ha sempre quel qualcosa in più che mi fa dire: “si Davide, hai fatto bene a farlo.” E poi è molto più economico. Altro che 2,50 euro la bottiglietta.

Ho voluto proporre le classiche versioni, che sono quelle che vanno per la maggiore poi, quindi al limone, alla pesca e verde. Sono tutti e tre favolosi, poi, come dicevo prima, si percepisce proprio la frutta. Vi disseteranno il triplo vedrete. In più sono delle proposte perfette in tante occasioni. Potreste portarveli al lavoro per bere qualcosa di alternativo ma comunque sano invece della solita acqua, potreste farli per un buffet, per la spiaggia quando andrete al mare e ovviamente non solo in estate. Saranno perfetti tutto l’anno proprio come nel caso del tè freddo già pronto.

La prima versione

Quella alla pesca, dolce (ma ovviamente non troppo), fruttata e tanto per farvi capire la ho adorata che normalmente non mi fa impazzire quello alla pesca che si compra, ma perchè non sa di pesca in realtà. In questo caso invece la pesca si sente tantissimo (ed è un frutto che amo) quindi niente, mi è piaciuto assai assai e sono convinto che questa cosa capiterà anche a voi.

La seconda opzione

È la mia preferita in assoluto ma perchè sono un grande fan del limone. Qui si sente proprio l’agrume, che bontà. Partite sempre da limoni non trattati o ancor meglio biologici, che vi garantisco una buccia commestibile e priva di antiparassitari. Saranno più brutti probabilmente, ma più buoni e profumati.

E arriviamo all’opzione numero 3.

Qui sicuramente all’assaggio assaporeremo freschezza grazie all’aggiunta di due ingredienti oltre al tè verde. Lime e menta, che regalano un profumo mojitoso da paura. Il tè verde non sapevo proprio come poterlo proporre. Ovviamente non mi andava di fare una classica infusione con delle bustine di tè verde, zucchero e acqua. Bisognava sempre aromatizzarlo per metterlo sullo stesso livello degli altri due. Ho fatto vari esperimenti (anche con il cetriolo, che non è male) ma sicuramente i due ingredienti più funzionali e che mettono d’accordo magari non tutti ma molti sono proprio questi: lime e menta.

Spero di avervi convinto.

CLICCA QUA SOTTO PER LA VIDEO RICETTA;)

(Visited 6.791 times, 4 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Quello alla pesca...

Tagliate le pesche a pezzetti e metteteli in una pentola. Aggiungete lo zucchero e mezzo litro di acqua. Una volta raggiunto il bollore fate cuocere per 3 minuti. Nel frattempo in una ciotola versate il rimanente mezzo litro di acqua e immergete all'interno le 3 bustine di tè.

Quando lo sciroppo sarà pronto (non fatelo raffreddare) versatelo nella ciotola con l'acqua fredda e le bustine e lasciate riposare 15 minuti. Passato questo tempo rimuovete le bustine e fate raffreddare completamente in frigo.
Travasatelo in una caraffa filtrando le pesche con un colino (io le conservo e le mangio con lo yogurt) e servitelo con un bel po' di ghiaccio e con una fettina di pesca croccante.

2
Fatto

Quello al limone...

Prelevate con il pelapatate la buccia del limone (cercando di evitare la parte bianca che è amara) e spremete il succo. Versatelo in una pentola assieme alle bucce. Aggiungete lo zucchero e mezzo litro di acqua. Una volta raggiunto il bollore fate cuocere per 3 minuti. Nel frattempo in una ciotola versate il rimanente mezzo litro di acqua e immergete all'interno le 3 bustine di tè.

Quando lo sciroppo sarà pronto (non fatelo raffreddare) versatelo nella ciotola con l'acqua fredda e le bustine e lasciate riposare 15 minuti. Passato questo tempo rimuovete le bustine e fate raffreddare completamente in frigo.
Travasatelo in una caraffa filtrando le bucce con un colino e servitelo con un bel po' di ghiaccio e con una fettina di limone.

3
Fatto

Quello verde...

Prelevate con il pelapatate la buccia del lime (cercando di evitare la parte bianca che è amara) e spremete il succo. Versatelo in una pentola assieme alle bucce. Aggiungete lo zucchero e mezzo litro di acqua. Una volta raggiunto il bollore fate cuocere per 3 minuti. Nel frattempo in una ciotola versate il rimanente mezzo litro di acqua e immergete all'interno le 3 bustine di tè verde e le foglie di menta.

Quando lo sciroppo sarà pronto (non fatelo raffreddare) versatelo nella ciotola con l'acqua fredda, la menta e le bustine e lasciate riposare 15 minuti. Passato questo tempo rimuovete le bustine e fate raffreddare completamente in frigo.
Travasatelo in una caraffa filtrando le bucce e la menta con un colino e servitelo con un bel po' di ghiaccio, con un ciuffo di menta fresca e una fettina sottile di lime

4
Fatto

Ultimo step...

Distribute il crumble fatto in precedenza sulla superficie e cuociamo in forno a 180° gradi, modalità statica, nel ripiano centrale per circa 1 ora. Fate sempre la prova stecchino mi raccomando. Una volta cotta fatela raffreddare completamente prima di toglierla dallo stampo.
Vedrete...

5
Fatto

CONSIGLI:

Per quello alla pesca: il consiglio che mi sento di darvi è che sarebbe meglio scegliere delle pesche belle mature, quasi nello stato avanzato. Meglio le nettarine (pesche noci) che hanno una buccia che rilascia anche un pò di pigmento e la bevanda acquisirà durante l'infusione una colorazione un sacco invitante.
E con le pesche avanzate poi cosa potrete fare? Siccome la loro consistenza dopo la lieve bollitura sarà comunque un pò molliccia vi consiglio di metterle nello yogurt o così intere o frullate. Farete uno yogurt alla pesche delizioso. Poi volendo potreste mangiarle anche nella macedonia se vi piace.

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
TORTA DI ALBICOCCHE CON CRUMBLE CROCCANTE
successiva
COTOLETTE DI MELANZANE RIPIENE ALLA PARMIGIANA
precedente
TORTA DI ALBICOCCHE CON CRUMBLE CROCCANTE
successiva
COTOLETTE DI MELANZANE RIPIENE ALLA PARMIGIANA