CIOCCOLATA CALDA FATTA IN CASA: 4 GUSTI
#UnAbbraccioGoloso

CIOCCOLATA CALDA FATTA IN CASA: 4 GUSTI

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per quella classica (fondente):
500 ml Latte meglio se fresco e intero
120 g Cioccolato fondente
20 g Amido di mais
20 g Cacao amaro
20 g Zucchero
1 pizzico Sale
250 ml Panna fresca facoltativa
Per quella bianca:
500 ml Latte meglio se fresco e intero
150 g Cioccolato bianco
30 g Amido di mais
1/3 Bacca di vaniglia svuotata facoltativa
1 pizzico Sale
Per quella alla nocciola:
500 ml Latte meglio se fresco e intero
100 g Nocciole pelate e tostate
100 g Cioccolato al latte
2 cucchiaini colmi Crema spalmabile alle nocciole nutella, crema novi ecc...
30 g Amido di mais
250 ml Panna fresca facoltativa
Per quella al pistacchio:
500 ml Latte meglio se fresco e intero
100 g Pistacchi
100 g Cioccolato bianco
2 cucchiaini colmi Crema spalmabile al pistacchio
30 g Amido di mais

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Gluten free

Un abbraccio quando la sorseggi ;)

  • 10 minuti
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per quella classica (fondente):

  • Per quella bianca:

  • Per quella alla nocciola:

  • Per quella al pistacchio:

Intro

Condividi

CIOCCOLATA CALDA FATTA IN CASA: I 4 GUSTI PIÙ AMATI

La cioccolata calda è una ricetta facile e veloce perfetta per la merenda ma anche per una colazione golosa. In questo video 4 gusti: fondente (classica), bianca (con il cioccolato bianco), alla nocciola arricchita con della nutella e al pistacchio. Questa bevanda è immancabile per i pomeriggi dell’autunno e dell’inverno, quando fuori fa freddo e ci si vuole coccolare. È già senza glutine ma si può fare la cioccolata calda senza latte sostituendolo con un latte senza lattosio o vegetale per avere una cioccolata calda vegan. Se però la vorreste fare con il latte ma senza lattosio basterà usare il latte senza lattosio ovviamente.

PIÙ NEL DETTAGLIO..

Salve raga Allora cominciamo col botto la stagione invernale, perchè possiamo dirlo: anche se l’inverno inizia ufficialmente il 21 dicembre con l’arrivo dell’ultimo mese dell’anno palese che l’inverno comincia. E con lui la cioccolata calda, la bevanda più buona, avvolgente e golosa del periodo freddo.

cioccolata calda

UN PÒ DI STORIA…

Probabilmente i primi a godere di questa meraviglia sono gli Olmechi, un’antica popolazione situata nell’attuale Messico, perchè sono stati i primi a nutrirsi di cacao. I Maya arrivarono dopo e dei reperti storici dichiarano che loro preparavano una simil cioccolata calda, ma con l’utilizzo pure dei fagioli al suo interno.Con la conquista dell’America, in Europa si assumeva la cioccolata calda, ma si preparava con acqua, vino e spezie. Furono gli spagnoli i primi a dolcificarla, infatti dalle colonie importavano lo zucchero. Grazie al loro contributo la cioccolata calda risulta più amabile e dal gusto più rotondo. La cioccolata calda come la conosciamo oggi ha origini molto contemporanee, infatti dobbiamo fare solo un piccolo salto indietro, negli anni sessanta, quando il Duca Emanuele Filiberto di Savoia decise di celebrare il suo trasferimento a Torino con questa bevanda.

CIOCCOLATA CALDA RICETTA

Tornando a noi, l’anno scorso avevo fatto le bevande calde, e tra le 5 proposte c’era proprio una cioccolata calda, speziata con peperoncino, zenzero e cardamomo e vegan perchè senza latte ma solo con la bevanda vegetale di avena. Da lì mi sono detto: il prossimo anno bisognerà fare un video specifico sulle cioccolate calde. Ed eccoci qua allora, pronto per proporvi una cioccolata calda densa che ti abbraccia quando la gusti, e la moltiplichiamo per avere 4 gusti diversi.Carina l’idea di proporre la versione classica, fondente che conoscono tutti, ma forse era limitante… Con tutti i gusti buoni che ci sono ci stava un sacco l’idea di proporre almeno 4 gusti per fare una cosa più completa.

CIOCCOLATA CALDA FONDENTE (CLASSICA)

Quindi ok, partiamo dalla classica. Io nelle storie di Instagram l’ho identificata così: “l’evergreen sempre fedele”. Lei riesce a conquistare tutti, con le sue note amarognole del fondente, che vengono però ammorbidite dal latte e dal poco zucchero che c’è dentro. Densa e cremosa, arricchita da una montagnetta di panna montata e da dei riccioli di cioccolato sopra, anche se in realtà potreste accompagnarla da un pizzico di fior di sale o da una colata di caramello lievemente salato per dare un tocco più originale.

CIOCCOLATA CALDA BIANCA

Ora la bianca, delicata e amabile. Senza cacao e da delle note vanigliate date da una piccola quantità di vaniglia che vi suggerisco di mettere per dare una nota interessante alla bevanda. Nel mio caso ho preso un pezzo di bacca di vaniglia svuotata (che avevo usato in un’altra preparazione) e la ho aggiunta per farle rilasciare gli aromi che ancora in realtà preserva seppur sia senza semi. È fantastica, arricchita da una buona quantità di cioccolato bianco ma non eccessivamente dolce perchè utilizziamo gli zuccheri contenuti nel cioccolato bianco senza aggiungerne altri.

CIOCCOLATA CALDA ALLA NOCCIOLA

Arriviamo a quella alla nocciola, con nocciole in purezza e cioccolato al latte, goduria. Dentro delle nocciole frullate finemente fino a diventare una crema, un pò di crema spalmabili alla nocciola per arricchire e del cioccolato al latte che si fonde. Pure in questo caso niente zucchero, vedrete che andrà già bene così.

CIOCCOLATA CALDA AL PISTACCHIO

L’ultima al pistacchio, che sa veramente di pistacchio. E meno male, considerando che nei bar o nei supermercati quelle al pistacchio sanno di latte con un vago aroma artificioso. Qui 100 g di pistacchi per mezzo litro e due cucchiaiate di crema spalmabile. Vedrete che sapore divino.

CIOCCOLATA CALDA BIMBY

Basterà versare tutti gli ingredienti nel boccale (quando preparate quella bianca e quella classica) ad eccezione del cioccolato. Azionare il bimby a velocità 4, 100°, 10 min. Passato questo tempo aggiungere il cioccolato e lasciare andare a velocità 3, 1 min.

Se invece preparare quella al pistacchio o quella alla nocciola prima frullate la frutta secca a velocità 10, 40 sec. Poi aggiungere tutti gli altri ingredienti ad eccezione del cioccolato e procedete come se doveste preparare quella bianca o classica.

Spero che vi abbia ispirato abbastanza per farle. Fatemi poi sapere qual’è la vostra preferita. Alla prossima ricetta bbelli ❤️

Clicca qui per un’altra idea per scaldarti

Qua sotto la video ricetta

(Visited 44.586 times, 12 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

La classica...

In un pentolino versate cacao amaro, amido di mais, zucchero e pizzico di sale. Aggiungete un goccio di latte e miscelate il tutto per creare una base abbastanza densa e sopratutto senza grumi. Una volta che questi si sono sciolti versate tutto il rimanente latte e portate sul fuoco. Mescolate continuamente, un pò con la frusta, un pò con un cucchiaio di legno per amalgamare il composto che sta attorno ai bordi. Una volta che il composto si è addensato spegnete il fuoco e versate il cioccolato e lasciate fondere.

Potreste servirla così oppure con la panna montata in precedenza come faccio io. Per un tocco ancora più sfizioso metteteci sopra dei riccioli di cioccolato fatti con il pelapatate.

2
Fatto

La bianca...

In un pentolino versate amido di mais, bacca di vaniglia svuotata (facoltativa) e pizzico di sale. Aggiungete un goccio di latte e miscelate il tutto per creare una base abbastanza densa e sopratutto senza grumi. Una volta che questi si sono sciolti versate tutto il rimanente latte e portate sul fuoco. Mescolate continuamente, un pò con la frusta, un pò con un cucchiaio di legno per amalgamare il composto che sta attorno ai bordi. Una volta che il composto si è addensato spegnete il fuoco e versate il cioccolato e lasciate fondere.

Potreste servirla con una guarnizione ma a me questa piace liscia;)

3
Fatto

Quella alla nocciola...

Frullate le nocciole a secco se avete un mixer oppure con un goccio di latte se avete un frullatore a immersione, ottenendo una crema densa e fine. Aggiungete la crema alle nocciole, il latte rimanente e l'amido di mais. Frullate ancora e versate il composto amalgamato in un pentolino e portate sul fuoco.
Mescolate continuamente, un pò con la frusta, un pò con un cucchiaio di legno per amalgamare il composto che sta attorno ai bordi. Una volta che il composto si è addensato spegnete il fuoco e versate il cioccolato e lasciate fondere.

Potreste servirla così oppure con la panna montata in precedenza come faccio io, arricchita con un cucchiaino di nutella. Per un tocco ancora più sfizioso metteteci sopra della granella di nocciole.

4
Fatto

Quella al pistacchio...

Frullate i pistacchi a secco se avete un mixer oppure con un goccio di latte se avete un frullatore a immersione, ottenendo una crema densa e fine. Aggiungete la crema di pistacchio, il latte rimanente e l'amido di mais. Frullate ancora e versate il composto amalgamato in un pentolino e portate sul fuoco.
Mescolate continuamente, un pò con la frusta, un pò con un cucchiaio di legno per amalgamare il composto che sta attorno ai bordi. Una volta che il composto si è addensato spegnete il fuoco e versate il cioccolato e lasciate fondere.

Potreste servirla con una ricca guarnizione ma a me questa piace con solo un pò di granella di pistacchi sopra

5
Fatto

CONSIGLI:

Potreste arricchire la cioccolata fondente con un pizzico di fior di sale al posto delle panna o della salsa al caramello salato.
Se le preferite più o meno dense regolatevi con la quantità di amido di mais.
Volendo si può sostituire l'amido con la farina ma il risultato che otterrete sarà meno gradevole perchè la vostra cioccolata risulterà più opaca.
Il risultato di queste cioccolate calde non è eccessivamente dolce, bensì molto equilibrato e non stucchevole, pure nel caso delle cioccolate calde con base di cioccolato bianco.

Spero tantissimo che queste ricette vi piacciano e che le proviate a fare e ci vediamo alla prossima.
Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
torta alle noci e caffè
precedente
TORTA ALLE NOCI E CAFFÈ
torta tiramisù a casetta di natale
successiva
TORTA TIRAMISÙ A CASETTA
torta alle noci e caffè
precedente
TORTA ALLE NOCI E CAFFÈ
torta tiramisù a casetta di natale
successiva
TORTA TIRAMISÙ A CASETTA