TORTA TIRAMISÙ A CASETTA
#PeccatoMangiarlaMaCheBuona

TORTA TIRAMISÙ A CASETTA

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per l'impasto:
5 Uova
100 g Zucchero
50 g Farina
50 g Olio di semi
1 pizzico Sale
Per la crema:
5 Tuorli
500 g Mascarpone
60 g Acqua
100 g Zucchero
300 g Panna fresca
6 g Fogli di gelatina
1 pizzico Sale
Per la bagna:
circa 150 ml Caffè piuttosto ristretto
Per farcire:
q.b. Crema spalmabile al cacao e nocciole es. Lindt, Pernigotti
Inoltre:
q.b. Biscotti piatti (tipo savoiardi, Lotus ecc...)
q.b. Cioccolato fondente
q.b. Cioccolato bianco

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Cuisine:

Un tiramisù fatto a casetta. Adoro

  • 6 ore (con il riposo)
  • 10 Porzioni
  • Media

Ingredienti

  • Per l'impasto:

  • Per la crema:

  • Per la bagna:

  • Per farcire:

  • Inoltre:

Intro

Condividi

TORTA TIRAMISÙ A CASETTA

La torta tiramisù a casetta di Natale è un dolce buonissimo e scenografico ideale per la Vigilia, per il pranzo o la cena di Natale o per Capodanno, ma in genere per tutto l’inverno. Per renderla più speciale ho pensato di farcirla con la crema al mascarpone, quindi al gusto tiramisù visto che c’è il caffè. Altro che pandoro o panettone vedrete ahahaha spero vi piaccia a parte gli scherzi

PIÙ NEL DETTTAGLIO…

Eccoci amici miei e perdonatemi tantissimo se durante questo mese non mi sono mai fatto sentire. Non mi sono organizzato nel modo giusto, su Instagram ero pieno di cose da fare, promesso che il prossimo anno ci vedremo con il Menu di Natale. Comunque niente pensiamo a quest’anno, al fatto che comunque almeno una ricetta qui sul blog e su YouTube sono riuscito a condividere, e questo è speciale proprio perchè c’è un dolce speciale che si presenta.

torta tiramisù a casetta di natale

ISPIRATO A…

Avevo guardato una rivista francese di cucina un paio di anni fa ed ero rimasto letteralmente affascinato da una torta a forma di casetta, soffice e cremosissima, diversa da quella di pan di zenzero. Troppo bella per com’era fatta ma la crema di farcitura non mi soddisfava fino in fondo. Banalotta secondo me, con crema alle nocciole e panna. Mi sono detto se potevo provare anch’io a trovare una versione, magari più interessante, più da festa. La crema al mascarpone, quella del tiramisù, sarebbe stata top.

PASTA BISCOTTO…

E quindi ci si prova ed è venuta alla grande questa torta tiramisù a casetta. Quel gusto iconico del tiramisù lo si percepisce al 100%, le note pannose ma non nauseabonde della crema al mascarpone, quelle più amarognole ma divine del caffè, del cacao attraverso la crema spalmabile fondente. Cè secondo me con questa qui fate bingo a Natale e durante le feste in generale. Tutti rimarranno a bocca aperta, e quando la assaggeranno ancora di più. La base è fatta con una pasta biscotto semplicissima, senza aggiunta di aromi ecc… A proposito, per questa ricetta mi sono ispirato tantissimo alla ricetta del mio socio LuCake. È la ricetta migliore che ho trovato online, perchè garantisce con l’aggiunta dell’olio una sofficità e una morbidezza impagabili.

Una volta cotta la pasta si dovrà copparla in 5 pezzi, 3 della stessa grandezza, gli altri 2 più piccoli. Ovviamente le misure dipenderanno dalla grandezza della vostra teglia. La mia è quella classica da forno e per i pezzi grandi sono stato sulle misure da 22 x 11, le più piccole, che nello specifico una è più piccola e l’altra ancora più piccola, hanno le misure di 7,5 x 22 e di 3 x 22.

BAGNA E AGGIUNTA…

Per quanto riguarda la bagna che ho scelto palese, il classico caffè, anche più ristretto del solito perchè siccome la pasta, essendo sofficissima, non si può bagnare troppo, allora a quel punto ho concentrato di più il caffè, in modo tale da avere lo stesso sapore del classico savoiardo pucciato.

La nota di cacao invece viene data dalla crema spalmabile al cacao, quella bella fondente. Se non doveste trovarla chiaro che potrete usare la classica nutella ma se trovate una crema spalmabile al cacao sarebbe il top. Come marchi per darvi un’idea che mi vengono in mente in questo momento ci sono Pernigotti e Lindt. L’importante è che siano scure ecco.

CREMA…

E la crema? Classica al mascarpone ma con la pâte á bombe, il classico sciroppo di acqua e zucchero a 121 gradi. Chiaro che potreste evitare di farla e quindi andreste a mettere 100 g di zucchero direttamente nei tuorli e li andreste a sbattere ma pastorizzando le uova, appunto con la tecnica dello sciroppo, si ha maggior sicurezza igienica. Sbatteteli mi raccomando quei tuorli perchè è fondamentale avere una crema al mascarpone soda. E a proposito: per avere una crema al mascarpone che sostenga sarebbe meglio pensare di aggiungere la gelatina in fogli. In questo caso io ho messo 4 g, quindi 2 fogli, ma se avete paura che il vostro mascarpone non sia abbastanza sodo o comunque avete il timore che la crema non vi venga spumosa al punto giusto 6 g potrebbero fare al caso vostro.

Assemblando gli strati, procedendo dai 3 più grandi al più piccolo vedrete formarsi una graziosa casetta, i biscotti faranno il tetto e le finestre, la panna sopra la neve, dei rametti di abete gli alberelli. Sarà super realistica e la si può magnare tutta ❤️

Eh comunque non solo per Natale… Torta tiramisù compleanno? Direi di sì

Clicca qui per un’altra idea per Natale

Clicca invece qua sotto per il video;)

(Visited 34.177 times, 8 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

La pasta biscotto...

Montate bene gli albumi con lo zucchero fino a creare una consistenza cremosa ma soda. Sbattete per 10 secondi i tuorli e uniteli agli albumi, mescolate dal basso verso l'alto e incorporate anche la farina setacciata, poca alla volta mentre continuerete a mescolare e l'olio di semi.
Stendete l'impasto su una placca oleata con carta forno, poi cuocete in forno statico a 190° per circa 12/15 minuti nella parte centrale.

Passato questo tempo spegnete il forno, aprite un pò lo sportello e lasciatela dentro per altri 2 minuti, poi sfornatela e coprite la teglia con della pellicola. In questo modo l'umidità non si disperderà nell'aria, mantenendo la pasta biscotto morbidissima.

2
Fatto

La crema...

Se non volete pastorizzare le uova sbattete i tuorli d'uovo con lo zucchero fino ad ottenere una crema densa e spumosa, altrimenti fate come faccio io. Prendete l'acqua e unitela allo zucchero in un pentolino e portate sul fuoco. Non occorrerà mescolare ma basterà anche solo roteare un pò la padella in modo tale da avere una temperatura di cottura omogenea. Se avete il termometro questa è l'occasione per usarlo perchè la temperatura di questo sciroppo dovrà arrivare a 121 gradi.
A questo punto cominciate a versare lo sciroppo a filo sui tuorli mentre monterete con lo sbattitore, affinché montino man mano. Inizialmente il composto vi sembrerà liquido ma vedrete che dopo circa 10-12 minuti di montaggio risulterà denso, chiaro e spumosissimo. Aggiungete il pizzico di sale per esaltare il sapore.

Ora prendete i fogli di gelatina e ammollateli nell'acqua fredda e nel frattempo scaldate in un pentolino 50 g di panna presi dai 300 g e una volta che sfiorerà il bollore spegnete il fuoco e fate sciogliere la gelatina ammorbidita e strizzata. Questa soluzione servirà per addensare lievemente la crema al mascarpone che in natura risulterebbe un pò troppo morbida per questo genere di torta.
Versate la panna ancora calda nel composto di tuorli e continuate a sbattere fino a quando si raffredderà il tutto.

Unite il mascarpone, sbattete ancora per 4 minuti circa e infine incorporate i 250 g di panna precedentemente montata, mescolando dal basso verso l'alto. Riponete in frigo per almeno 4 ore.

3
Fatto

Ci siamo raga...

Assemblate la torta in questo modo e per questo passaggio vi consiglio assolutamente di guardare il video che vi ho condiviso qui sopra 💫
Rifinite i bordi della pasta biscotto, dividetela in 5 parti, 3 più gradi della stessa grandezza e 2 più piccole, delle dimensioni diverse e cominciate.

Su di un piatto da portata partite con la prima striscia, spennellate un pò di caffè freddo e della crema spalmabile al cacao, senza esagerare, terminate con il mascarpone e procedete in questo modo fino ad arrivare alla striscia più sottile per poi rivestire la casetta con la restante crema al mascarpone
Riponete in frigo per altre 2 ore.

Ora formate il tetto con i biscotti e le finestre e la porta sempre con dei biscotti tagliati ma decorati con l'aiuto del cioccolato fondente fuso, un pò di crema spalmabile e il cioccolato bianco, sempre fuso.
Decorate con dello zucchero a velo per il nevischio, poca panna montata per fare la neve soffice e qualche rametto di abete per gli alberelli. Ci siamo ❤️

4
Fatto

CONSIGLI:

Se il vostro mascarpone risulta più denso della media o siete particolarmente bravi ad ottenere una crema al mascarpone soda potreste diminuire la quantità di gelatina portandola a 4 g anziché 6.
Spero tantissimo che questa ricetta vi piaccia e che la proviate a fare e ci vediamo alla prossima.
Un abbracciones e Buon Natale
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
CIOCCOLATA CALDA FATTA IN CASA: 4 GUSTI
gulash ungherese
successiva
GULASH UNGHERESE
precedente
CIOCCOLATA CALDA FATTA IN CASA: 4 GUSTI
gulash ungherese
successiva
GULASH UNGHERESE