• Home
  • + semplici
  • FESTA DELLA DONNA: 3 RICETTE FACILI E VELOCI DA FARE | #menumimosa

FESTA DELLA DONNA: 3 RICETTE FACILI E VELOCI DA FARE | #menumimosa
#mimososo

FESTA DELLA DONNA: 3 RICETTE FACILI E VELOCI DA FARE | #menumimosa

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per il cocktail:
4 Arance
300 ml Spumante Brut
q.b. Ghiaccio a cubetti
Per le tagliatelle:
320 g Tagliatelle io ho preferito di pasta secca non all'uovo
300 g Agretti
200 Mascarpone
4 Uova
60 g Grana Grattugiato
4 cucchiai Olio extra vergine di oliva
1 Spicchio di aglio
mezzo Scorza di limone
1 pugno Sale grosso
q.b. Sale e pepe
Per il rotolo:
5 Uova
140 g Zucchero
3 cucchiai Olio di semi
65 g Farina
35 g Fecola di patate
Mezza Bacca di vaniglia
1 Scorza di limone
1 cucchiaino raso Curcuma
1 pizzico Sale
400 ml Latte
4 Tuorli d'uovo
80 g Zucchero
45 Amido di mais o Maizena
Mezza Bacca di vaniglia
250 ml Panna fresca
100 g Fragole
20 g Zucchero
100 ml Acqua
200 g Fragole

Tutto giallo, in omaggio alle donne;)

  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per il cocktail:

  • Per le tagliatelle:

  • Per il rotolo:

Intro

Condividi

3 IDEE PER LA FESTA DELLA DONNA

Tre ricette facilissime e speciali per una cena o un pranzo tra amiche/parenti/sorelle per la festa della donna! Un menu, dall’aperitivo al dolce, passando per un primo piatto a base di tagliatelle, che vi stupirà! 🍹Iniziamo con un buon cocktail per il vostro aperitivo: #CocktailMimosa con succo di arancia e spumante; 🍲passiamo poi al primo: #Tagliatelle con mascarpone, agretti e tuorlo d’uovo mimosa; 🍰e infine un dolce classico: #RotoloMimosa con crema chantilly e bagna alla fragola !

Rieccoci dopo due settimane e scusate l’assenza ma purtroppo ho dovuto sistemare un po’ di cose dato che la fiera a Norimberga è stata piuttosto impegnativa, ma ci sono adesso.

La Festa della Donna è vicina, e quest’anno non proporrò la solita Torta Mimosa ma qualcosa di più speciale, rimanendo comunque attinenti a questa festività.

Le idee che ho pensato di proporre sono tutte molto semplici e assai rapide ma sopratutto d’effetto e ideali per una cena in ottima compagnia, quindi si partirà da un’aperitivo, poi un piatto principale e infine l’immancabile dolce.

Come aperitivo è obbligatorio il Cocktail Mimosa, lievemente alcolico e fresco, e noi al posto di utilizzare il succo d’arancia già pronto ci facciamo la spremuta. Poi un goccio di spumante e ci siamo.

Il piatto principale è un delicato primo: sono delle tagliatelle cremose con mascarpone e agretti, arricchite da una nota fresca di limone e una volta impiattate vengono cosparse con un tuorlo mimosa, poi scoprirete come si fa.

Il dolce dovrà pur assomigliare alla Torta Mimosa, altrimenti che Festa della Donna sarebbe? Un rotolo di Torta Mimosa, profumatissimo perchè oltre a della golosa crema chantilly alla vaniglia aggiungeremo nel ripieno dei pezzetti di fragole. Il gusto è spaziale, soffice come una nuvola e non asciutto, grazie a una bagna alle fragole che li conferisce la giusta umidità all’interno. Ah, vi svelerò anche un trucco per ottenere una pasta biscotto più gialla, proprio per avere la perfetta somiglianza con i fiori della mimosa.

CLICCA QUA SOTTO PER VEDERE IL VIDEO:

(Visited 1.121 times, 3 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Il Cocktail...

Semplicissimo: basterà spremere 3 arance e filtrare la spremuta ottenuta in un colino, per ottenere un succo più liscio.
Colmate i bicchieri con il ghiaccio a cubetti, versate 1 metà di succo d'arancia, colmate con lo Spumante o con il Prosecco e decorate il bordo dei bicchieri con delle fettine dell'arancia rimanente.
E brindiamo;)

2
Fatto

Le Tagliatelle...

Cominciate dalle uova per il tuorlo mimosa.
Basterà cuocerle con il guscio in acqua bollente per circa 10 minuti e poi raffreddarle velocemente aggiungendo direttamente nella pentola acqua fredda. E importante non superare i 12 minuti di cottura delle uova per evitare che il colore del tuorlo perda vivacità.
Tagliate le uova sode a metà, con un cucchiaino prelevate i tuorli e setacciateli per ottenere dei minuscoli grumi che serviranno per la decorazione finale. Tenete da parte...

Mondate gli agretti scartando le radici e gli agretti meno freschi e sciacquateli sotto l'acqua corrente.
Poi cuoceteli per 5 minuti in acqua bollente salata e bloccate successivamente la cottura tuffandoli in una ciotola con acqua fredda.

Cuocete le tagliatelle nella stessa acqua di cottura degli agretti e nel frattempo pelate l'aglio e rimuovete l'anima interna, poi fatelo rosolare in padella con l'olio a fiamma bassa.
Versate gli agretti in padella e fateli saltare per un minuto con un pizzico di sale, poi unite la pasta, che dovrà risultare ancora al dente, e cominciate saltarla con la verdura.

Spegnete il fuoco e mantecate la pasta con il mascarpone, il grana, la scorza di limone e il pepe.
Aggiungete tanta acqua di cottura quanta ne serve per avere una pasta cremosa e non asciutta;)

3
Fatto

Il Rotolo...

Partiamo con la pasta biscotto, quindi la pasta dei rotoli.
Sbattete con la planetaria (o con lo sbattitore) i 5 albumi con lo zucchero, i semi della mezza bacca di vaniglia, la scorza di limone e il pizzico di sale.
Il composto che dovrete ottenere dovrà essere piuttosto sodo ma comunque non eccessivamente. Calcolate quindi 10/15 minuti di montaggio.

Nel frattempo preriscaldate il forno a 200° e sbattete i tuorli d'uovo con il cucchiaino raso di curcuma. Se notate che la curcuma lascia comunque dei grumetti sarà meglio munirsi di frullatore a immersione.

Quando gli albumi saranno montati spegnete la planetaria e incorporate a mano, dall'alto verso il basso, i tuorli d'uovo alla curcuma, l'olio e la farina mescolata con la fecola (queste due polveri dovranno essere setacciate direttamente sopra l'impasto).

Distribuite il composto su una leccarda oleata con carta forno e lasciate cuocere la pasta biscotto per circa 14/15 minuti in base alla potenza del vostro forno.
Quando sarà ora di sfornarlo dovrete ovviamente rimuoverlo dal forno e coprirlo con un canovaccio per far si che l'umidità rimanga all'interno.

Incidete la mezza bacca di vaniglia e i semini aggiungeteli allo zucchero.
Mettete a scaldare il latte con il baccello di vaniglia svuotato, ma non fatelo bollire.
Sbattete in una ciotola tuorli d'uovo, zucchero, amido di mais e un pizzico di sale.
Non dovete sbattere troppo, ma è importante amalgamare bene questi ingredienti.
Versate a questo punto il latte, mescolate bene con una frusta e riversate il composto nella pentola dove avete fatto scaldare il latte.

Fate addensare la crema a fiamma media.
Lasciatela raffreddare completamente, coprendola con della pellicola o con una leggera spolverata di zucchero in superficie.
Quando la crema risulterà fredda (da frigorifero) incorporate assieme la panna, che avrete precedentemente montato.
Lasciate riposare in frigo per circa 30 minuti

Preparate ora la bagna, tagliando i 100 g di fragole a pezzetti e facendoli saltare in padella a fiamma media con lo zucchero fino a quando tendono a spappolarsi. Quindi spegnete la fiamma, trasferite le fragole nel bicchiere del frullatore e unite l'acqua. Frullate per ottenere una salsa omogenea e poi passatela in un colino per trattenere i semi.

Realizziamo il rotolo: (questo passaggio in video è molto più chiaro)
Prendete la pasta biscotto e rimuovete una sua parte (circa un terzo) che servirà per fare poi i fiori della mimosa.
Distribuiamo sulla superficie più porosa (quindi quella che era a contatto con la carta forno durante la cottura) una buona quantità di bagna, poi aggiungete 3/4 di crema e infine i 200 g di fragole rimanenti tagliate a pezzetti (ma non utilizzatele proprio tutte, perché poi potrebbero servircene un po' per la decorazione).

Arrotolate la pasta dal lato più lungo, al fine di non ottenere un rotolo troppo ciccione, avvolgetelo con la carta forno e fate rassodare molto bene in frigo.

Passate un paio d'ore il rotolo si sarà rassodato, quindi potremmo terminare il dolce cospargendolo con la crema rimanente, distribuendoci sopra la pasta biscotto tenuta da parte e tagliata a dadini per simulare i fiori della mimosa e qualche fragola.
Rimuovete le estremità del dolce per conferirgli un aspetto più ordinato e VUALLAH...

4
Fatto

CONSIGLI:

Fatemi sapere se queste ricette vi sono piaciute e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
RISOTTO AL RADICCHIO E VINO TEROLDEGO
successiva
FAGOTTINI DI SFOGLIA CON CARCIOFI E PROVOLA FILANTI
precedente
RISOTTO AL RADICCHIO E VINO TEROLDEGO
successiva
FAGOTTINI DI SFOGLIA CON CARCIOFI E PROVOLA FILANTI