TORTEI DE PATATE – FRITTELLE DI PATATE
#difamiglia

4 0
TORTEI DE PATATE – FRITTELLE DI PATATE

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
1 kg Patate a pasta bianca ma se non le trovate no problem...
q.b. Farina
q.b. Strutto
q.b. Olio di semi di arachidi
q.b. Sale
Features:
  • Vegan

Il piatto trentino che amo di più

  • 40 minuti
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

Intro

Condividi

Datemi un vassoio di tortei per rendermi TANTO felice.

Uno dei piatti che preferisco, ringrazio colui che li inventò molti anni fa in questi luoghi. I Tortei de patate (Tortel de patate al singolare), o Tortati, sono delle frittelle di patate croccanti fuori e morbidi dentro.

Sono cugini dei rösti, con la differenza che questi ultimi hanno una grana delle patate più grossa.

Sono invece fratelli della torta di patate, questa però è più grande e sopratutto cotta al forno, ma la pastella che serve per prepararla è molto simile. Sono una favola come antipasto, accompagnati da salumi e formaggi, una poesia con la confettura di mirtillo rosso.

Sono poi comodissimi da preparare all’aperto durante le grigliate estive e poi comunque credo che diano il meglio  durante i mesi più freddi.

Immaginatevi di essere davanti al camino in una piccola baita di montagna, mangiando tortei e sorseggiando del buon vino rosso corposo… sarebbe il finale perfetto di una fiaba secondo me.

(Visited 1.374 times, 20 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Le patate

Cominciate pelando le patate per poi grattugiarle o con la grattugia a maglie grosse (se sono poche o se avete a disposizione questo specifico utensile), oppure con il frullatore fino a ottenere una pastella grumosa.

Scolatele poi dall'acqua di vegetazione con l'aiuto di uno scolapasta a maglie sottili o con un colino.
Se utilizzate le patate a pasta gialla dovrete scolarle un po' di più;)

2
Fatto

La pastella...

In una ciotola versate le patate grattugiate (o frullate) scolate, aggiungete poca farina, il pizzico di sale e il pizzico di pepe. Mescolate bene.

Se l'impasto dovesse cominciare ad assumere un color mattone non preoccupatevi, significa che le patate stanno cominciando ad ossidarsi ma il sapore risulterà comunque squisito.

3
Fatto

La cottura...

Scaldate fino a circa 170° l'olio e un cucchiaio di strutto in una padella ampia possibilmente antiaderente o di rame fino.
Il grasso, ossia la combinazione tra olio e strutto, dovrà essere alto un dito abbondante per avere una cottura perfetta.
Se non avete a disposizione un termometro, fate la prova con un tortel.

Mescolate ogni volta la pastella affinché risulti omogenea e cominciate a formare i tortei con l'aiuto di un mestolo.
Dopo 2 minuti si sarà formata all'esterno una crosticina perciò potrete leggermente smuoverli in modo da cuocerli a puntino.
Dopo altri 2 minuti circa girateli e proseguite la cottura per altri 3 minuti.
Dovranno risultare croccanti e dorati.

4
Fatto

Serviamoli...

Scolateli e fateli asciugare su dei fogli di carta assorbente.
Serviteli appena fatti in modo da preservare la fragranza e la croccantezza del fritto.
Gli accompagnamenti ideali sono i salumi, i formaggi e la confettura di mirtillo rosso.
So che quest'ultimo è decisamente azzardato, ma dovete provarlo prima di parlare.

Andate in pace;)

5
Fatto

CONSIGLI:

Potete sbizzarrirvi con le misure per i vostri tortei, ad esempio se li fate piccoli saranno perfetti anche come fingerfood da abbinare per un aperitivo.

Ogni famiglia ha la sua ricetta personalizzata: alcuni aggiungono all'impasto uova, latte o più farina, ma a casa mia preferiamo far risaltare il gusto delle patate.

Se li doveste preparare con un filo di anticipo, vi consiglio di farli rinvenire in olio profondo.
Non azzardatevi a cuocerli nel forno o ancor peggio in microonde: risulteranno molli e faranno spurgare l'olio.

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio!

Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
PEPERONATA PIÙ DIGERIBILE
successiva
TROTA MARINATA AGLI AGRUMI
precedente
PEPERONATA PIÙ DIGERIBILE
successiva
TROTA MARINATA AGLI AGRUMI