• Home
  • + semplici
  • GELATO AL PISTACCHIO senza gelatiera (come in gelateria)

GELATO AL PISTACCHIO senza gelatiera (come in gelateria)
#autenticacremosità

GELATO AL PISTACCHIO senza gelatiera (come in gelateria)

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
160 g Pistacchi sgusciati
160 g Crema spalmabile al pistacchio
300 ml Panna fresca
120 ml Latte
100 g Zucchero
mezzo bicchierino Vodka
1 pizzico Sale

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Gluten free
Cuisine:

Pistacchioso e divino come pochi;)

  • 7 ore (con il congelamento)
  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

Intro

Condividi

GELATO AL PISTACCHIO: come farlo in casa con metodo semplice e senza gelatiera

Oggi si prepara il gelato al pistacchio fatto in casa. La ricetta è facile e veloce, senza gelatiera e gli ingredienti sono bilanciati alla perfezione per ottenere un gelato al pistacchio cremoso e buonissimo. Questo gelato per l’estate è sicuramente più sano e genuino rispetto ai dolci che si trovano già pronti e vi darà grandi soddisfazioni. Quando lo servirete a una cena con i vostri amici farete un figurone.

PIÙ NEL DETTAGLIO…

Amante dei gelati quale sono e sopratutto amante del pistacchio non potevo di certo non preparare qui sul canale la ricetta del gelato al pistacchio. Era da un pò che la volevo proporre ma ovviamente dovevo aspettare i primi veri caldi e con l’arrivo di giugno proprio non ho resistito. Preparatevi perché anche in questo caso questa ricetta la potremmo battezzare come ricetta definitiva perché un gelato al pistacchio fatto in casa così buono non è facile da trovare.

IL GUSTO DI GELATO PIÙ AMATO…

Sicuramente una ricetta tutta italiana, è in Sicilia che si è cominciato ad unire alla base bianca la pasta di pistacchio e grazie alla più grande isola italiana, stracolma di patrimoni, anche gastronomici, in tutta Italia e in tutto il mondo possiamo gustare uno dei gelati più apprezzati. Pensate che si dice che sia il gusto preferito dagli italiani e se ci pensate, quando fate la coda in gelateria, quante volte sentite dire: “per me una pallina di pistacchio?!”

LA RICETTA…

La composizione della miscela che servirà per preparare questo gelato non è come quella originale naturalmente perché non utilizzando la gelatiera per fare in modo che tutti lo possano preparare dovremmo incorporare aria in un altro modo. innanzitutto non utilizzeremo la pasta di pistacchio perché per moltissimi risulta difficile da recuperare, quindi preferiamo usare una buona crema spalmabili al pistacchio (meglio se contiene almeno il 55% pistacchio ma comunque in commercio cercate di scovare quella che ne contiene più di tutte a prescindere se ne troverete una con più del 55% o meno.

Oltre alla crema spalmabile, per rafforzare il sapore di pistacchio ho voluto aggiungere anche dei pistacchi che ho deciso di frullare ottenendo una sorta di pasta pura al 100%. Per creare una pasta perfetta e priva di fibra grossolana vi consiglio di rimuovere la buccia esterna della frutta secca. Per farlo ci sono due metodi: si sbollentano in acqua per circa un minuto e mezzo, ma in questo caso buona parte degli oli essenziali si disperdono proprio nell’acqua. Ogni tanto io comunque questo metodo lo uso proprio perché è molto pratico. Altrimenti vi consiglio di lasciarli in ammollo per almeno 12 ore. Successivamente vedrete che la buccia andrà via facilmente ma almeno non li avete scaldati.

PER UNA BASE PERFETTA…

Per una buona base di gelato, seppur non si possa veramente definire gelato, il latte condensato è immancabile e ormai voi sapete che non lo acquisto più da quando ho scoperto la ricetta su come farlo in casa. Basterà versare latte e zucchero in un padellino (io normalmente aggiungo anche del burro ma in questo caso preferisco evitare perché il pistacchio contiene già grassi) e lo faccio ridurre per circa 6 minuti fino a quando non ottengo una salsa che raffreddandosi si addenserà.

Altro ingrediente essenziale per avere una base di gelato fatto in casa perfetta: la vodka, o comunque dell’alcol. Ovviamente meglio se insapore perché altrimenti potrebbe interferire con il sapore del pistacchio, però un goccino mettetene. Non vi ubriacherete tanto e regalerà al vostro gelato una consistenza meno “ghiacciata” perché l’alcol abbasserà il punto di congelamento della massa.

Arriviamo alla fine con la panna montata, che sarà il nostro ingrediente areato. Darà al gelato una consistenza soffice e leggera e possiamo dire che sostituirà la gelatiera perché questa apporterà aria al composto quanta ne apporterebbe la gelatiera. A proposito: se avete la gelatiera potrete comunque preparare questo gelato. Basterà sostituire 150 ml di panna con del latte fresco intero, mentre i rimanenti 150 ml di panna non dovranno essere montati.

Clicca qui per un’altro gelato strepitoso

CLICCA QUA SOTTO PER LA VIDEO RICETTA;)

(Visited 18.878 times, 1 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

I pistacchi...

Potete scegliere se sbucciarli oppure no. Se volete apportare più fibra oppure non avete voglia di sbucciare i pistacchi lasciateli con la buccia, altrimenti togliete la buccia e per farlo ci sono due metodi: o li fate bollire in acqua per circa 1 minuto e mezzo e poi li scolate, oppure li fate ammorbidire in acqua a temperatura ambiente per circa 12 ore. Questo secondo metodo sarà pur più lento ma gli oli essenziali della frutta secca si disperderanno molto meno facilmente in acqua e tutte le proprietà rimarranno praticamente inalterate.

A prescindere dal metodo che avete scelto comunque dovrete sbucciarli, quindi scolateli e disponeteli su un canovaccio e, sfregando bene come se doveste asciugarli, riuscirete facilemente a rimuovere parte delle bucce. Se alcune dovessero rimanere attaccate al frutto aiutatevi con le mani. Teneteli da parte

2
Fatto

Il latte condensato fatto in casa...

Prima il latte condensato, che in realtà si potrebbe acquistare anche già pronto, ma è così facile prepararlo a casa. Pure veloce e economico. Bastano solo 2 ingredienti: latte e zucchero.

Versate in una piccola padella il latte e lo zucchero. Mescolate e fate bollire per circa 5-6 minuti mescolando di tanto in tanto.
Otterrete un composto denso, cremoso. Sarà l’ingrediente che regalerà corposità al vostro gelato.
Fatelo raffreddare. Vedrete che si addenserà ancora di più.
Il gusto è molto dolce, ma tranquilli che tanto lo mischieremo con gli altri ingredienti.

3
Fatto

La crema "pistacchiosa"...

In un mixer frullate i pistacchi fino ad ottenere un composto pastoso e omogeneo, poi unite la vodka e frullate nuovamente ottenendo così un'emulsione. Successivamente aggiungete un pizzico di sale, la crema di pistacchi e il latte condensato. Frullate per l'ultima volta e otterrete in questo modo una crema liscia, corposa e con tanto pistacchio...

4
Fatto

Ci siamo....

Montate la panna fresca fredda di frigorifero e poi unite la crema "pistacchiosa". Amalgamate sempre con le fruste elettriche e poi trasferite il composto in un contenitore, meglio se di vetro o acciaio e a chiusura ermetica. Fate congelare nel freezer per almeno 6 ore, meglio ancora tutta la notte.

Prima di servirlo attendete circa 10 minuti. Scommetto che lo adorerete 💚

5
Fatto

CONSIGLI:

Sarà meraviglioso così o con un pò di granella di pistacchio in superficie. Volendo lo potreste decorare con del topping al pistacchio ma io non lo trovo necessario perché comunque il pistacchio si sente già eccome.

Si conserva in freezer con un coperchio a chiusura ermetica per un mese abbondante;)

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbracciones
Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
TORTA SALATA DI ZUCCHINE: LA PIÙ FACILE CHE C’È
successiva
CRESCIONE (O CASSONE) ROMAGNOLO: LA RICETTA ORIGINALE
precedente
TORTA SALATA DI ZUCCHINE: LA PIÙ FACILE CHE C’È
successiva
CRESCIONE (O CASSONE) ROMAGNOLO: LA RICETTA ORIGINALE