3 IDEE CON I CARCIOFI
#ideeromanemanonsolo

3 0
3 IDEE CON I CARCIOFI

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
q.b. Limoni o aceto di mele indispensabili per la pulizia dei carciofi
Per l'insalata di carciofi e grana:
4 Carciofi puliti Freschi e sodi
60 g Grana
20 ml Succo di limone
70 ml Olio extra vergine di oliva
q.b. Sale e pepe
Per la glassa:
Per i tonnarelli cacio e pepe ai carciofi:
360 g Tonnarelli o spaghetti
200 g Pecorino grattugiato o anche un po' di più se vi piace
3 Carciofi puliti
1 spicchio Aglio
5 cucchiai Olio extra vergine di oliva
q.b. Sale grosso
q.b. Sale e pepe
Per la bagna:
Per i carciofi ripieni:
4 Carciofi puliti
180 g Salsiccia
60 g Pancetta
40 g Pane raffermo oppure 60 g di patata lessa
1 Cipolla piccola
60 g Grana grattugiato
60 ml Vino bianco
50 ml Latte
q.b. Sale - pepe - olio extravergine
q.b. Sale grosso

I carciofi in 3 versioni spaziali;)

  • 4 Porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • Per l'insalata di carciofi e grana:

  • Per i tonnarelli cacio e pepe ai carciofi:

  • Per i carciofi ripieni:

Intro

Condividi

I carciofi non li conoscevo poi così tanto…
O meglio, gli conoscevo, li avevo ancora assaggiati (non arrivo da Marte ahaha) ma in cucina non sapevo proprio come trattarli.

Ricordo ancora Gianfranco Vissani, che durante una delle prime puntate alla “Prova del Cuoco“, mi aveva rimproverato per la mia tecnica di pulizia dei carciofi.

Dopo vari insegnamenti da chef, da massaie e da cuoche casalinghe romane, sono riuscito a imparare la tecnica giusta…

Di metodi per pulirli ce ne sono un’infinità, ma io vi mostro quello che ho imparato io e, sopratutto, quello con cui mi trovo meglio in assoluto.

E quindi, come si puliscono i carciofi?

Nel video ho deciso di fare anche questa “anteprima” dove vengono rappresentati tutti i passaggi per la pulizia, perché trovo che la maggior parte delle persone si rifiuta di cucinare i carciofi proprio perché non li sa pulire, oppure va ad acquistare i cuori di carciofo surgelati o in vaschetta, senza magari dare un’occhiata ai prezzi, per stabilire quantomeno la differenza di prezzo di un carciofo pulito o da pulire.

A seguire vi presenterò ben tre idee…

Abbiamo un antipasto;
Si tratta di una freschissima e rigenerante insalata invernale/primaverile a base di carciofi, limone, olio, sale e pepe, accompagnata da una nota saporita da parte delle scaglie di grana, una delizia. Con questa insalata farete anche il pieno di ferro e vitamine.
Già, perché lo sapevate che i carciofi contengono una consistente quantità di ferro?
E che il ferro viene assimilato più facilmente con l’abbinamento della Vitamina C? Ecco, questa ricetta è perfetta…

A seguire, invece, troviamo una pasta super sfiziosa, quindi un primo piatto.
Andiamo di cacio e pepe, tanto per stare in clima romano.
Tonnarelli ma andranno benissimo anche gli spaghetti.
Ecco, gli ho accompagnati con l’immancabile crema di pecorino, mescolando il pecorino romano con l’acqua di cottura della pasta, abbondante pepe nero e carciofi spadellati.
Un’esplosione di golosità.

Infine passiamo al secondo, che potrebbe divenire anche un bel secondo sostanzioso…
Ho deciso di optare per dei carciofi ripieni, ma molto saporiti…
All’interno troviamo salsiccia nostrana (la luganega trentina, ma andrà benissimo la salsiccia della vostra regione), pancetta, pane ammollato, e gambi di carciofo. Già, perchè guai a buttarli…
Non si direbbe, ma sono la parte più buona dei carciofi…

Vi lascio il link anche delle mie 5 IDEE CON IL CAVOLFIORE, tanto per rimanere in tema “verduriero”.

CLICCATE QUA SOTTO PER IL VIDEO;)

(Visited 95 times, 1 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

L'insalata...

Pulite i carciofi, rimuovendo anche il fieno interno (se presente) e tagliateli sottilmente con il coltello.
Immergete le fettine di carciofi in acqua fredda.

Nel frattempo tagliate a scaglie il grana e tenetelo da parte.

Scolate molto bene i carciofi e conditeli con il resto degli ingredienti. Lasciate macerare l’insalata per circa 25/30 minuti.
Aggiungete il grana, mescolate l’ultima volta e servite.

2
Fatto

La pasta...

Pulite i carciofi, rimuovete il fieno interno, se presente, e tagliateli a fettine sottili.
A questo punto fateli saltare in padella assieme a 5 cucchiai di olio e uno spicchio di aglio tritato, per almeno 10 minuti, o comunque fino a quando si ammorbidiscono. Salate, pepate e tenete da parte.

Buttate la pasta e fatela cuocere molto al dente in acqua bollente salata.
Nel frattempo preparate la crema con il pecorino grattugiato e l’acqua di cottura.
Rimestate in modo tale da creare una crema liscia.

Scolate la pasta e terminate di cuocerla nella padella con i carciofi.
Una volta cotta, spegnete il fuoco e unite il pecorino e abbondante pepe nero.
Servite immediatamente.

3
Fatto

I ripieni...

Pulite come sempre i carciofi ma lasciateli interi, dividendo semplicemente il corpo dal gambo.
Sbollentate il "corpo" dei carciofi in acqua bollente salata
Fate soffriggere la pancetta.
In un mixer tritate i gambi dei carciofi assieme alla cipolla. Fateli quindi soffriggere insieme alla pancetta in una padella antiaderente per qualche minuto, a fuoco medio, e se necessario, unite anche un goccio d'acqua.

Unite la luganega sbriciolata, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere per appena 1 minuto minuti. Unite il pane ammollato nel latte o la patata lessa schiacciata con una forchetta.
Aggiungete anche una buona parte di formaggio grattugiato.

Una volta che i carciofi si saranno un po' ammorbiditi, scolateli e fateli raffreddare su un piano da lavoro, successivamente svuotateli con un cucchiaino, senza romperli.
Disponete i carciofi in una teglia da forno, salate aggiungete un filo d'olio all'interno e iniziate a farcirli con il ripieno di gambi e luganega (salsiccia).

Irrorateli con vino il vino bianco, ancora del formaggio grattugiato e l'olio, fate cuocere in forno preriscaldato a 180° statico per circa 40 minuti.
Serviteli tiepidi.

4
Fatto

CONSIGLI:

Seguite la pulizia dei carciofi nel video su YouTube, sarà più facile seguire tutti i passaggi...
I carciofi che ho utilizzato io sono le mammole romane, ma saranno perfette anche le altre qualità.

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta e se la proverete.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Un abbraccio!

Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
precedente
Arrosto di maiale al latte
successiva
Spaghetti alla Carbonara
precedente
Arrosto di maiale al latte
successiva
Spaghetti alla Carbonara