IL MENÙ DI PASQUA DELL’ULTIMO MINUTO 2023
#InMezzaGiornataèPronto

IL MENÙ DI PASQUA DELL’ULTIMO MINUTO 2023

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
Per il cocktail:
750 ml Vino rosato
280 g Fragole
100 g Zucchero diminuite o aumentate la dose nel caso non risultano troppo o non molto mature
1/2 Limone
1 Stecche di cannella
2 Chiodi di garofano
300 ml circa Gassosa o acqua tonica
1 bicchierino Rum bianco
q.b. Ghiaccio a cubetti
Per il crostone con asparagi e salsa bolzanina
15 Asparagi bianchi
15 Asparagi verdi al netto degli scarti se freschi
1 Pagnotta
50 g Speck a fette spesse
4 cucchiai Olio extra vergine di oliva
1 pugno Sale grosso
6 Uova
150 g Olio di semi
20 g Olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino abbondante Senape Se la salsa dovesse risultare slegata aumentate un pò la quantità
50 g Acqua calda
1 cucchiaio abbondante Aceto di mele
q.b. Erba cipollina
q.b. Sale e pepe
Per la pasta gratinata:
400 g Pasta corta Vi consiglio i formati grandi: pennoni, paccheri ecc
750 ml Latte
30 g Farina
40 g Burro
200 g Provola dolce o provolone
1 Scalogno
3 cuccuhiai Olio extra vergine di oliva
320 g Piselli freschi o surgelati
4 cucchiai Pecorino grattugiato
5 cucchiai Grana grattugiato
1 bustina Zafferano
q.b. Sale e pepe
Per il rotolo di vitello:
1 kg Fesa di vitello aperta a libro oppure Petto di tacchino
300 g Spinaci
1 spicchio Aglio
20 g Burro
50 g Mollica di pane
150 g Prosciutto cotto
1 Uovo
50 g Grana grattugiato
5 cucchiai Olio extra vergine
1 Cipolla piccola
1 Carota
1 Costa di sedano
100 ml Vino bianco
qualche rametto Rosmarino
1 cucchiaio Amido di mais facoltativo
q.b. Sale e pepe
Per la zuppa inglese:
1 l + qualche cucchiaio Latte
8 Tuorli d'uovo
110 g Zucchero
130 g Amido di mais
1 Bacca di vaniglia
1 Scorza di limone
90 g Cioccolato fondente meglio se al 70%
180 Savoiardi (meglio se sardi)
300 ml circa Alchermes
80 ml Acqua
1 Uovo di Pasqua fondente
1 pizzico Sale

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Gluten free
Cuisine:

Perché se arrivi all'ultimo puoi prepararlo comunque ;)

  • 4 Porzioni
  • Media

Ingredienti

  • Per il cocktail:

  • Per il crostone con asparagi e salsa bolzanina

  • Per la pasta gratinata:

  • Per il rotolo di vitello:

  • Per la zuppa inglese:

Intro

Condividi

MENÙ DI PASQUA DELL’ULTIMO MINUTO 2023

Un menù di Pasqua perfetto per il pranzo o la cena della festività di primavera più conosciuta. Tante ricette facili e velocissime, ideali anche per chi non ha tempo, super anche per il picnic di Pasquetta. Si comincia con una sangria puramente primaverile, alla fragola, poi dei crostoni, ma andranno benissimo anche delle tartine, con asparagi, salsa bolzanina (una sorta di maionese davvero deliziosa) e speck, poi una pasta gratinata con piselli e zafferano, un rollè di vitello agli spinaci e infine la zuppa inglese, ma direttamente nell’uovo di Pasqua.

PIÙ NEL DETTAGLIO…

Nuovo anno e nuovo menù di Pasqua in arrivo. E quest’anno, considerando che sono particolarmente in ritardo, ho voluto dare valore a questo “errore” concentrandomi non solo a fare il menù che ci piace tanto quindi facile, economico e soprattutto effetto wow, ma pure dedicarmi alla velocità, quella che tutti vogliono, in particolare se arrivano all’ultimo momento, un po’ come è successo a me.

menu di pasqua

CONSIGLIO NUMERO UNO: PRATICITÀ 

Il giorno prima dell’occasione potreste arrivare a casa dopo aver fatto la spesa e siete talmente stravolti che non avete voglia di mettervi ai fornelli quel giorno. Vi assicuro che anche se voleste cominciare solo il mattino di Pasqua a preparare, riuscirete comunque a presentare un menù coi fiocchi, davvero buono e che piace a tutti.

Il segreto? Lavorare sulla praticità, no cotture lunghe, no pasta all’uovo, ravioli e altri ripieni e non verdure che portano via troppo tempo sulla pulizia (carciofi ad esempio) Io utilizzerò i piselli ad esempio per il primo. Chiaro che se volete usare quelli freschi dovrete fare i conti con la sgranatura, ma se userete quelli surgelati come ho fatto io ciaone, risparmierete praticamente il 75% del tempo su tutta la ricetta.

Ma dato che sto cominciando a darvi un po’ di info comincio subito a descrivervi i piatti che ho pensato di preparare per quest’anno.

Il cocktail…

Ovviamente non può mancare l’aperitivo, ormai lo sapete che nei miei menù il cocktail non può mancare. E anche questa volta sarà un cocktail puramente stagionale e soprattutto praticissimo: Sangria alla fragola. Una sorta di macedonia di fragole e fettine di limone che poi galleggerà in un vino rosé “rinforzato” con del rum bianco. Profumata e di carattere, perfetta per una giornata primaverile e spumeggiante come la Pasqua.

L’antipasto…

Ora l’antipasto per questo menù di Pasqua, che è un’idea divina anche per Pasquetta per la sua praticità, ma anche per uno splendido aperitivo di primavera: delle bruschette con asparagi, salsa bolzanina e speck croccante. La salsa bolzanina è una deliziosa salsa tipica della mia regione, preparata con uova sode, senape e tanta erba cipollina. Non vi nascondo che la sua bontà supera di gran lunga quella di una più banale maionese e non potete immaginare quanto ci stia bene con gli asparagi. La tradizione dalle mie parti la vuole abbinata agli asparagi bianchi e al prosciutto alla brace affumicato, ma dato che il prosciutto affumicato molti faticano a trovarlo ho pensato di creare una versione più adatta a tutti: lo speck, per mantenere un lieve gusto affumicato che è buonissimo con gli asparagi e la salsa. Ah se volete potete appunto mettere solo gli asparagi bianchi ma a me qualche asparago verde non mi dispiace per niente, per questo li prediligo quasi sempre, anche per il colore.

Sarà una bruschetta molto cool e con un insieme di consistenze pazzesco: cremoso, carnoso, croccante.

Il primo…

Arriviamo al primo: una bella pasta cremosa, filante, delicata ma anche saporita. Niente lasagne dai, altrimenti è sempre quella, e niente pasta fresca fatta in casa, altrimenti risulta davvero troppo impegnativa la realizzazione.

Facciamo una pasta gratinata che è sempre simpatica e piacevole, con la sua bella crosticina in superficie. Pasta (io ho scelto i pennoni ma andrà bene qualsiasi voi vogliate), fonduta di provolone aromatizzata allo zafferano e tanti piselli saltati appena appena con burro e cipolla: ADORO

Il secondo…

Il secondo è un buonissimo arrosto a rollè, ripieno di spinaci. Sempre praticissimo e scenografico da vedere, con la sua rosa all’interno formata dal ripieno.

Il dolce…

E poi il dolce. Quanto mi mancava la zuppa inglese. E posso dire? Secondo me la zuppa inglese è primavera con i suoi colori. Crema pasticcera alla vaniglia, al cioccolato e savoiardi (ancor meglio se i sardi) imbevuti nel meraviglioso alchermes. Ah niente coppa o qualsiasi cosa voi vorreste usare per servirla. L’uovo di cioccolato sarà apprezzatissimo 🙂

Condividete questo video e mettete like se lo apprezzate. Poi spero apprezziate tanto quanto io i piatti di questi menù. Attendo pareri

Qui vi lascio il link per il menù che avevo proposto l’anno scorso e qui il dolce dell’anno scorso perchè è sul blog di Lucake 🙂

Qui sotto invece il video YouTube con tutte le ricette del menù =)

(Visited 36.271 times, 2 visits today)

  Procedimento

1
Fatto

Sangria alle fragole

Versate in una ciotola le fragole a pezzetti assieme allo zucchero, alle fettine di limone, alla cannella, ai chiodi di garofano e al rum bianco, mescolate bene, poi unite il vino rosato e fate sciogliere un pò lo zucchero. Lasciate macerare in frigo per almeno 4 ore, meglio ancora tutta la notte.
Quando è arrivato il momento di servire versate metà sangria nei bicchiere colmi di ghiaccio con le sue fragole e completate con della gassosa. Per una versione analcolica usate l'acqua tonica ma diminuite di metà lo zucchero :)

2
Fatto

Crostone con asparagi e salsa bolzanina

Pelate gli asparagi, rimuovete la parte inferiore, staccate le punte, sbollentate la parte centrale in acqua salata per circa 2 minuti poi unite le punte e contate altri 6 minuti . Quando risulteranno teneri ma ancora al dente tuffateli in acqua fredda per fermare la cottura, successivamente scolateli e tagliateli a fettine o a pezzi.

Cuocete le uova con il guscio partendo dall'acqua fredda, quindi portatele sul fuoco e quando l'acqua comincia a bollire calcola 8 minuti, poi scolatele e raffreddatele sotto un getto di acqua fredda sempre per bloccare la cottura. Tagliate le uova ancora con il guscio a metà per il senso della lunghezza, con un cucchiaino rimuovete i tuorli che andranno in un mixer o nel bicchiere di un frullatore a immersione, mentre gli albumi rimuoveteli sempre dal guscio e sminuzzateli con il coltello. Tritate finemente anche l'erba cipollina.

Prima schiacciate i tuorli rassodati con una forchetta, poi aggiungi a filo l'olio di semi e l'olio extra vergine di oliva e nel frattempo frulla. Aggiungete successivamente l'acqua calda che aiuterà ad amalgamare meglio il composto e l'aceto, frullate di nuovo.
Ora smettete di lavorare con l'elettrico perché dovrete passare a mano. Aggiungete la senape e mescolate con un cucchiaio, infine aggiustate di sale, pepe, e completate con gli albumi sodi tritati e l'erba cipollina. Mescolate l'ultima volta e ci siamo. (Se vi occorre riguardate il video della ricetta che ho messo sopra la lista degli ingredienti perché potrebbe farvi comodo per capire tutti i passaggi di questo step, l'unico "delicato").

Tagliate a cubetti le fette di speck e fatele rosolare con due cucchiai di olio presi dalla dose dei crostoni fino a renderli croccanti a fiamma media. Una volta raggiunto il livello di croccantezza desiderato spegnete la fiamma e trasferite i cubetti di speck su di un piatto per farli scolare dall'olio in eccesso.

Tagliate il pane a fette piuttosto spesse, ungetele leggermente e passatele in forno a 200 gradi per circa 10 minuti.

Spalmate sui crostoni tiepidi un pò di salsa, unite un pò di asparagi, ancora un pò di salsa e infine lo speck a cubetti. Se volete dare quel tocco di primavera in più potreste decorare i crostoni con dei petali di fiori eduli (tipo violette). L'importante è che i fiori siano certificati come fiori eduli.

3
Fatto

Pasta al forno cremosa e filante con zafferano, provolone e piselli

In una padella fate sciogliere i primi 20 g di burro, unite l'olio extra vergine e fate rosolare lo scalogno tritato, unite i piselli e lasciateli cuocere appena 4 minuti, sale e pepe alla fine e tenete da parte.

Per la fonduta allo zafferano preparate una base besciamella, quindi fate sciogliere in una pentola il burro restante, aggiungete la farina e mescolate, successivamente versate il latte poco alla volta, mescolando o frustando continuamente fino a quando non otterrete una besciamella non troppo densa ma liscia. Salate, pepate, aggiungete la bustina di zafferano e a fiamma spenta il provolone (o la provola) precedentemente tagliato a cubetti.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata fino a quando raggiungerà i 2/3 della cottura, poi scolatela e versatela nella padella coi piselli, conditela con una buona parte di salsa allo zafferano e mescolate bene. Se occorre unite un goccio di acqua di cottura.
Adagiate la pasta in una bella pirofila, completate con ancora qualche cucchiaiata di salsa che avevate tenuto da parte e inondate la superficie col formaggio grattugiato (grana e pecorino).

Gratinate appena prima di servirla a 200 gradi modalità statica fino a quando risulta dorata.

4
Fatto

Rotolo di vitello agli spinaci

Prima di tutto preparate il ripieno, quindi tritate l'aglio e fatelo rosolare con il burro in padella, poi unite gli spinaci, coprite con il coperchio e lasciateli stufare. Unite sale e pepe e teniamoli da parte.
In un mixer frullate la mollica di pane raffermo, poi versatela in una ciotola e nello stesso mixer frullate anche il prosciutto cotto. Anche lui andrà nella ciotola del pane tritato assieme al grana grattugiato, all'uovo e agli spinaci tritati (questi a mano però). Se occorre salate e pepate ancora e il ripieno è fatto :)

Aprite la carne quindi a libro e al di sotto di essa stendete un foglio di pellicola (ci servirà per arrotolarla meglio). Salate e pepate la superficie e distribuite il ripieno come se stesse facendo un rotolo alla nutella quando preparate il famoso dolce. Non esagerate con il ripieno e se dovesse essere troppo aggiungetelo a una frittata che la renderà gustosissima.

Arrotolate la carne su di essa e se avete un pò di tempo potreste lasciarla in frigo a compattare. Poi legatela in questo modo: le due estremità dovranno essere belle strette (se vi può servire guardate il video YouTube) mentre al centro lasciate lo spago più morbido per evitare che l'interno si compatti eccessivamente e il ripieno a quel punto tenderebbe facilmente a uscire.

Padella rovente, olio extra vergine di oliva in padella e fate rosolare la carne su tutti i lati, poi unite le verdure a pezzi (alla cipolla lasciate la buccia così il sugo sarà un pò più scuro), poi una volta che anche queste ultime si saranno ben dorate sfumate con il vino, coprite con della carta stagnola o con un coperchio socchiuso e lasciate cucinare la carne in forno preriscaldato a 180 gradi statico per circa 1 ora (se anche voi avete acquistato all'incirca 1 kg di carne), altrimenti la tempistica sarà un pò di più o un pò di meno.

In ogni caso l'interno dovrebbe essere attorno ai 70 gradi, quindi se avete il termometro sarete molto più facilitati. Se non lo doveste avere ricordatevi che se bucate la carne e esce un liquido trasparente allora il vostro arrosto è perfetto.

Una volta cotto toglietelo dalla padella e conservatelo nella carta di alluminio, nel frattempo filtrate il sugo e addensatelo leggermente con poca maizena (amido di mais) stemperata in un goccio di acqua fredda. Una volta che il sugo bollirà unite la miscela di amido e acqua poco alla volta e mescolate continuamente fino a quando non raggiunge la consistenza desiderata (non dev'essere troppo denso il sugo mi raccomando).

Affettate la carne abbastanza sottilmente (se la carne sarà fredda sarà ancora più facile perchè è più compatta) e irroratela con la sua salsa bollente. Se occorre scaldate leggermente le fettine in forno a 120 gradi. Le patate al forno saranno il contorno perfetto.

5
Fatto

Zuppa inglese nelle uova di Pasqua

Preparate innanzitutto la crema pasticcera, quindi 1 litro di latte in una pentola e lasciatelo scaldare piano piano, nel frattempo versate i tuorli in una ciotola con lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e l'amido di mais e mescolate molto bene. Il baccello svuotato lo potete versare nella pentola sul fuoco così il latte si insaporirà ancora di più. Ah aggiungete anche circa 2 strisce ricavate con il pelapatate di scorza di limone non trattato.

Una volta che il latte è caldo versatelo nella ciotola dei tuorli e stemperate molto bene, poi riversate il latte oramai amalgamato ai tuorli nella pentola e, a fiamma bassa e mescolando continuamente (anche con la frusta), fate addensare molto bene la crema.

Una volta formata più di metà crema dovrà mantenersi chiara quindi versatene un pò in una pirofila, coprite a contatto con la pellicola e mettetela in frigo. L'altra parte invece dovrà essere arricchita con il cioccolato quindi aggiungete il cioccolato fondente e a fiamma spenta lasciatelo fondere, mescolando. A questa crema scura dovrà essere aggiunto qualche cucchiaio di latte o panna (circa 4 normalmente) perchè tenderà ad addensarsi di più rispetto alla chiara. Con il goccio di latte le consistenze saranno invece equivalenti.
Anche questa ripotenetela in frigo.

Al momento dell'assemblaggio tagliate l'uovo di Pasqua a metà aiutandovi con un coltello precedentemente scaldato con dell'acqua bollente, in modo da non romperlo, poi fissate le due metà al piatto (o all'alzatine) aiutandovi con uno spuntone di cioccolato fondente per farlo incollare e poi cominciate a fare gli strati.
Prima bisognerà inzuppare i savoiardi nella bagna di alchermes alleggerita da un goccio d'acqua (gli 80 ml messi negli ingredienti), poi sarà il momento di spalmarci sopra un pò di crema scura (con la san a poche farete un lavoro più pulito), poi la crema chiara, ancora uno strato di savoiardi, crema scura e infine crema chiara). Riponete le uova in frigo per almeno 3 ore o comunque fino a quando sarà ora di servire la vostra zuppa inglese.

Ah consiglio: per fare quella bella decorazione spugnosa sopra fate così: 2 uova, 35 g di zucchero e goccio di colorante rosso in una ciotola, montate molto bene come le fruste elettriche come se dovesse fare il pan di Spagna, poi terminate mescolando dal basso verso l'alto 20 g di farina setacciata assieme a 2 g di lievito per dolci.
Versate il composto colmando a metà dei bicchieri di carta forati (ognuno dovrà avere 3 fori fatti con uno stuzzicadenti) e cuocete in microonde alla massima potenza per 2 minuti.
Attendete che si intiepidiscano e le vostre spugne commestibili saranno prontissime per decorare meravigliosamente

6
Fatto

CONSIGLI:

Fatemi sapere se queste ricette vi sono piaciute.
Vi consiglio naturalmente anche di guardare il video all'inizio della ricetta, per avere una visione ancor più dettagliata della ricetta.
Noi, come sempre, ci vediamo alla prossima.

Buon Pasqua

Davide;)

Davide

Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
polenta pasticciata
precedente
POLENTA PASTICCIATA
treccia mochena
successiva
TRECCIA MOCHENA: SOFFICE E BUONISSIMA
polenta pasticciata
precedente
POLENTA PASTICCIATA
treccia mochena
successiva
TRECCIA MOCHENA: SOFFICE E BUONISSIMA