Pasta con melanzane e pesce spada
LE RICETTE + SEMPLICI

0 0
Pasta con melanzane e pesce spada

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica la quantità di persone:
380 g Pasta corta maccheroni, fusilli, mezze maniche etc...
1 Melanzana
2 Tranci di pesce spada
280 g Pomodorini
1 l Olio di semi di arachidi oppure scegliete l'olio extra vergine di oliva
1 cucchiaio Farina
30 g Concentrato di pomodoro opzionale
1 cucchiaio Sale grosso 3 cucchiai in totale se fate spurgare le melanzane
1 cucchiaino raso Zucchero
q.b. Sale e peperoncino
5 foglie Basilico

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
    Cuisine:
    • 30 min
    • 4 Porzioni
    • Facile

    Ingredienti

    Intro

    Condividi

    PASTA CON MELANZANE E PESCE SPADA

    La pasta con melanzane è da sempre un primo piatto molto apprezzato, facile da preparare e economico. Io questa volta ho pensato di rivisitarlo un pò con l’aggiunta con uno dei pesci che più si adatta a questo vegetale, i pesce spada, quindi mi verrebbe spontaneo chiamarla pasta con melanzane alla siciliana perché questa abbinata mi ricorda le abbinate che si fanno in Sicilia.

    PIÙ NEL DETTAGLIO…

    Eccoci che entriamo più nel dettaglio di questa pasta con melanzane e pomodorini, perché appunto non è bianca ma rossa anche se in realtà non ha un sugo eccessivamente preponderante.

    Bene questa ricetta in realtà l’avevo provata a fare tipo 4 o 5 anni fa e basta, più abbandonata perchè la trovo gustosissima, completa e più sfiziosa delle solite paste con le melanzane che fanno un pò tutti e ok, danno l’idea da piatto sano ma in realtà sono più adatte per tutti giorni. Questa invece è più festiva o comunque speciale e non monotona.

    Le temperature (oserei dire estive) di questo periodo ci hanno costretto a far cambiare i piatti delle nostre giornate. Se non vogliamo però puntare già su insalate fresche, pinzimoni di verdura cruda o carpacci, sempre se le temperature resteranno così, vi consiglio profumi freschi, rimanendo però su piatti comunque appetitosi e di sostanza.
    La pasta che vi propongo oggi rappresenta le mie esigenze, e sono convinto che soddisferà anche le vostre;)

    Si parte da un sugo leggero fatto solo con aglio, olio e pomodoro, poi vengono aggiunti dei carnosi pezzetti di pesce spada e ovviamente delle melanzane, che in questo caso sono fritte ma tranquilli che volendo potreste pensare anche di saltarle in padella per averle molto più leggere della versione che preparo qui (anche se secondo me ogni tanto il fritto ci sta).

    Per completare e dare un tocco più sofisticato alla pasta aggiungete anche un pò di mandorle appena tostate. Bontà che regalano poi un pò di croccantezza a questo primo piatto;)

    P.S. Vi lascio un’altra idea per una pasta che sicuramente apprezzerete, basta che clicchiate qui

    Clicca qui per il video;)

    (Visited 1.850 times, 1 visits today)

      Procedimento

    1
    Fatto

    Pelate la melanzana con un pelapatate per avere delle striscioline di buccia di melanzane con l’aiuto di un coltello. Basterà arrotolare su sé stesse le bucce e tagliarle molto sottili.
    Con la polpa invece ricavate dei cubi di 1 cm per lato.
    Tagliate a cubi anche il pesce spada, stando attenti ad eliminare anche la pelle.
    Scaldate l’olio di semi o l’olio extra vergine di oliva (con quest’ultimo la frittura risulterà molto più fruttata).
    Tagliate i pomodorini in quarti. Pelate l’aglio ed estraete l’anima centrale. Triturate anche un po’ di peperoncino (in base ai vostri gusti).

    2
    Fatto

    Infarinate leggermente la melanzana e incominciate a friggere i cubetti in olio bollente profondo a circa 170/180 gradi (se non avete un termometro, immergete uno stecchino di legno nell’olio e se produce delle bollicine, significa che l’olio è pronto) per circa 5 o 6 minuti.
    Non friggete troppi cubetti per volta, altrimenti ci sarà un repentino abbassamento della temperatura e la vostra frittura si ungerà eccessivamente.
    Quando avrete terminato di friggere i cubi di polpa di melanzane, tuffate nell’olio per 3 minuti anche le striscioline di buccia.

    3
    Fatto

    Buttate la pasta in acqua bollente salata con il sale grosso.
    In una capiente padella versare i due cucchiai di olio extra vergine e soffriggete l’aglio e il peperoncino a fiamma molto bassa. Rimuovete l’aglio dopo che avrà aromatizzato l’olio ed aggiungete i pomodorini tagliati. Alzate il fuoco, aggiungete il sale e lo zucchero (per abbassare l’acidità). Cucinate i pomodorini per 5 minuti.

    4
    Fatto

    Aggiungete la pasta scolata molto al dente nel sugo. Saltatela a fiamma alta aggiungendo un po’ di acqua di cottura, i cubi di pesce spada (cuoceranno con il calore assieme alla pasta) e il concentrato di pomodoro (opzionale) e una parte di melanzane fritte.
    A fine cottura completare con le foglie di basilico spezzetate.

    5
    Fatto

    Impiattate completando con la rimanente parte di cubi di melanzane fritte, la buccia arricciata ed ulteriori foglie di basilico.
    Servite immediatamente.

    6
    Fatto

    CONSIGLIO:

    Se le vostre melanzane sono eccessivamente mature, oppure non le cuocete subito, vi consiglio di farle spurgare con del sale grosso. Basterà stratificare i cubi di melanzane con il sale direttamente in un colapasta e al di sopra metterci un piattino con un peso. In questo modo l’acqua di vegetazione uscirà. Poi le risciacquerete e le asciugherete con un pezzo di carta assorbente.

    Per ulteriori dettagli vi consiglio di vedere il video qui sopra in descrizione, uno strumento in più per avere un quadro generale della ricetta, e perché no…anche per farvi due risate ;)

    Davide

    Mi chiamo Davide, amo cucinare e parlare di cucina. Seguimi e ti svelerò alcune delle mie ricette...

    Recensioni della ricetta

    Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, scrivi la tua qui sotto
    precedente
    Involtini di pollo primavera
    successiva
    Tiramisù alle fragole
    precedente
    Involtini di pollo primavera
    successiva
    Tiramisù alle fragole